• Home / CITTA / Giovani in Movimento: ‘I Bronzi non si toccano’

    Giovani in Movimento: ‘I Bronzi non si toccano’

    Riceviamo e pubblichiamo – Negli ultimi giorni stiamo assistendo ad un tentativo di furto dei nostri amati Bronzi di Riace. I guerrieri di bronzo, simbolo della nostra città e dell’intera Calabria, sono diventati argomento di scontro e di divisione politico-mediatica. Da un lato, chi sostiene visioni nordiste che vorrebbero i Bronzi all’Expo milanese, dall’altra chi non vuole cedere a nessun costo il bene più prezioso del nostro Museo della Magna Grecia.
    Come Giovani in Movimento non siamo orgogliosi di appartenere alla seconda categoria, quella che dice “I Bronzi non si toccano!”.
    Noi crediamo che a Reggio ed alla Calabria non serva l’elemosina che il governatore lombardo, il leghista Maroni, vuole riconoscerci per poter esporre i nostri amati Bronzi. I guerrieri non possono e non devono essere sballottati in giro per l’Italia vista la loro fragilità. Hanno subito un restauro durato anni e adesso che, dopo tanto tempo, anche il museo reggino è stato completato, con un’ala interamente progettata e dedicata alle due statue, sarebbe da folli chiedere un loro spostamento.
    Reggio vive un momento di grande crisi economica e sociale, il comune è guidato dai commissari (dopo lo scioglimento dell’ultima amministrazione di centrodestra per infiltrazione mafiosa), tutte le società partecipate dal comune sono state sciolte o sono in profonda crisi finanziaria, la disoccupazione giovanile ha raggiunto livelli elevatissimi e qualcuno pensa che dovremmo fare a meno anche dei nostri beni artistici e culturali. Praticamente qualcuno pensa che sarebbe meglio infliggerci il colpo di grazia che decreterebbe la morte della città. Alcuni reggini hanno avuto forse paura di rientrare nella categoria degli oppositori al trasferimento, definita da Sgarbi dei “senza cervello e rompi c….i”, noi invece diciamo a Sgarbi di andare a fare il pagliaccio in televisione, perché un’intera comunità è pronta a difendere con le unghie e con i denti i Bronzi di Riace.
    Per questi motivi abbiamo apprezzato molto la tenacia e la fermezza con le quali il Candidato Sindaco Giuseppe Falcomatà si è espresso convintamente contrario allo spostamento e crediamo che sia più intelligente la proposta del sindaco di Pizzo e candidato Governatore alle primarie del centrosinistra, Gianluca Callipo, di proporre agli organizzatori dell’Expo di prevedere un tour a Reggio Calabria (a prezzi accessibili) per i visitatori dell’esposizione Italiana che si terrà in terra lombarda.
    Per dare maggiore forza alla nostra iniziativa abbiamo predisposto la pagina facebook “I BRONZI NON SI TOCCANO”, dove i cittadini reggini, calabresi e di tutta Italia, potranno confrontarsi liberamente sul futuro non solo dei Bronzi ma dell’intero Museo della Magna Grecia e della città.

    Massimiliano Tramontana
    Giovani in Movimento