Home / CITTA / Fratelli d’Italia/An: “Un grande progetto per una grande Reggio”

Fratelli d’Italia/An: “Un grande progetto per una grande Reggio”

di Grazia Candido – “Offrire ai cultori dell’identità partitica l’opportunità di un’altra destra, innovativa nelle politiche ma tradizionale nei valori e rendere nuovamente Reggio grande nella forma e nella sostanza”. Questo il duplice obiettivo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale il cui coordinamento comunale è stato presentato questa mattina in un noto locale cittadino dal coordinatore Luigi Amato. E’ proprio Amato insieme ai dirigenti Adriano Castagna, Andrea Mandalari, Antonello Lombardo, Pasquale Romeo, Dalila Ribaudo, Luigi Casile, Grazia Pellicanò, Giuseppe Bertucci, Giuseppe Putortì, a tirare le linee guida del nuovo progetto politico che “parte da ciò che manca più di tutto alla città e che è alla base del benessere”.
“Il diritto all’acqua, trovare strade pulite e sicure, poter passeggiare a piedi o con la macchina senza correre il rischio di slogarsi una caviglia o recarsi dal meccanico di fiducia, ricostruire un minimo di tessuto economico, parlare di città turistica senza doversi imbattere nei cartelli di divieto di balneazione e garantire la normale proporzione tra servizi offerti dall’amministrazione e tasse da versare. Questo sogniamo per la nostra Reggio – esordisce il giovane coordinatore – Quando tutti ad agosto saranno in vacanza, noi lavoreremo sia dal punto di vista partitico che per le politiche della città. In modo particolare, lanceremo due slogan che faranno capire alla comunità ciò che davvero vogliamo portare a termine. “Un’altra destra” e “La grande Reggio”: il primo per ridare la fiducia a quanti pensavano che la destra si limitasse ad un partito dove bastasse mettere una D per potersi definire tale, il secondo per riprendere quei valori, quelle tradizioni unite ai metodi innovativi. Il nostro leader nazionale Giorgia Meloni – aggiunge ancora Amato – ci chiede infatti di guardare avanti, di non fare dietrologie e non essere nostalgici non dimenticando ovviamente i nostri legami”.
Si punta quindi a riavere la “Grande Reggio”, la città ribattezzata negli anni ’20 per effetto di quel decreto che aveva accorpato al capoluogo ben 14 comuni oggi divenuti quartieri o restituiti alla propria amministrazione.
“Oggi non esiste più la Grande Reggio non solo per il Commissariamento ma per svariati motivi – continua Amato – La Grande Reggio non fu solo un’idea urbanistica, fu molto di più ma di quella città rimane ben poco. Ora puntiamo ad avere una città normale che offra servizi ai suoi cittadini e che tolga il brutto ricordo dei due lunghi e pesantissimi anni di commissariamento. Da qui, l’esigenza di costituire un Coordinamento fatto sia da giovani come il napoletano Adriano Castagna che da persone di esperienza come il dirigente Giuseppe Bertucci”.
Il coordinatore di Fratelli d’Italia-An ribadisce ai colleghi un punto cardine del partito: “Abbiamo la forza perchè siamo giovani e arrabbiati ma, da domani, stileremo un programma per le prossime amministrative. Questa di oggi non è un’iniziativa elettorale perché il nostro è un progetto che va ben oltre: siamo pronti insieme agli altri partiti a costruire un grande centro destra. Noi proporremo un programma ancor prima del nome e poi un identikit di una persona pulita non macchiata che possa rappresentare Reggio Calabria. Non ci interessa l’età, il problema generazionale non si pone – postilla Amato – e sono convinto che è meglio un pessimo anziano che un pessimo giovane. Se non troveremo convergenza con gli altri partiti correremo da soli con un nostro candidato”.
fratelli d'italia

Leggi qui!

FI: “Amministrazione sarà ricordata come la “Sporca estate Reggina 2018”

“L’Amministrazione Comunale a guida Falcomatà, sarà ricordata come la “Sporca estate  Reggina 2018” Svolta inversa alla …