Vibo, sanità: intesa tra l’Irccs San Raffaele e la ViGi diagnostica

lunedì 21 novembre 2011
14:55

La Calabria può uscire dalla sua più complessiva sofferenza sanitaria se riuscirà a raccordarsi alle linee guida che il Ministero della Salute propone attraverso le Regioni e che le Aziende

ospedaliere e sanitarie e le strutture private sono tenute ad osservare per garantire un nuovo percorso utile a fare uscire la stessa sanità calabrese dalle difficoltà economiche e strutturali in cui versa.
Una risposta ben precisa è intanto giunta da Vibo Valentia al termine della due giorni scientifica promossa ed organizzata dal Gruppo ViGi sul tema “ Nuovi orizzonti nella diagnosi e terapia medico chirurgica”, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Interventistiche ed il Centro del Farmaco dell’IRCCS San Raffaele di Roma e la European Association for Medical Research-ONLUS, ed ha visto la partecipazione di Opinion  Leaders nazionali che hanno presentato le innovazioni più recenti nella diagnosi e terapia di patologie di  elevato interesse medico chirurgico.
Assente per un improvviso impedimento di salute il prof. Vito Rosano, ideatore dell’iniziativa, l’avvio della presentazione delle novità intervenute in Cardiologia sulle metodiche più recenti per la valutazione del danno vascolare in pazienti con aumentato rischio cardiovascolare, è toccato alla dott.ssa Cristiana Vitale, responsabile del Clinical Trial Centre dell’IRCCS San Raffaele di Roma, che ha relazionato sulle modalità esecutive di metodiche quali la valutazione della funzione endoteliale e la  valutazione della rigidità dell’albero vascolare, ritenute essenziali per il corretto approccio diagnostico e terapeutico dei pazienti a rischio cardiovascolare.  Metodiche che dovrebbero rappresentare lo standard nella gestione del paziente con aumentato rischio cardiovascolare e che risultano oggi disponibili anche in Calabria grazie all’accordo di collaborazione clinico-assistenziale e di ricerca tra l’IRCCS San Raffaele e la VIGI diagnostica.
Molto atteso, poi, l’intervento del  Prof. Giuseppe Rosano, direttore del Dipartimento Scienze interventistiche IRCCS del  San Raffaele di Roma, che ha presentato le nuove metodiche trans-catetere per il trattamento dell’ipertenzione arteriosa severa e tra queste l’ablazione simpatica delle arterie renali che è la metodica che fino ad oggi ha dimostrato la maggiore efficacia ed i migliori  successi con una incidenza trascurabile di incidenti avversi.
La procedura – secondo il prof. Giuseppe Rosano -  viene eseguita tramite la puntura di un’arteria della gamba da dove viene poi avanzato un catetere che permette di raggiungere le arterie renali in cui vengono emessi impulsi in radio-frequenza che permettono di eliminare   le fibre nervose che avvolgono le arterie renali e che sono responsabili degli elevati valori pressori. Il trattamento in radio-frequenza per denervazione renale si è dimostrato efficace.
Per il prof. Mauro Cassese, direttore del S. Anna Hospital di Catanzaro,  ha presentato le nuove  metodiche cardiochirurgiche per il trattamento delle patologie valvolari, in particolare il Prof. Cassese ha presentato le metodiche che permettono il trattamento di pazienti con controindicazioni all’intervento cardochirurgico tradizionale. In particolare ha segnalato le nuove metodiche per la sostituzione vascolare aortica tramite metodiche mini-invasive.
Da parte sua il prof. Lorenzo Menicanti, primario di  Cardiochiruegia IRCCS del Policlinico San Donato- Milano, ha spiegato come sia importante l’adeguata valutazione cardiochirurgia per il corretto approccio chirurgico nei pazienti con malattie cardiache riferendo che le nuove metodologie operative permettono di ridurre il tempo operatorio e garantire un a rapida ripresa post-operatoria.
Per quel che riguarda la patologia sull’obesità il prof. Franco De Lorenzo, Direttore dell’Università Tor Vergata di Roma, ha discusso dell’importanza della valutazione della composizione corporea nei pazienti in sovrappeso ed in quelli normopeso con aumentata circonferenza addominale e l’importanza di una corretta dieta ed educazione alimentare non solo per  la perdita del peso in eccesso ma soprattutto per il mantenimento.
Molto interessante anche le novità proposte dal dott. Parbonetti,Responsabile Unità Spinale del dipartimento di Neurochirurgia Ospedale di Benevento
La  Chirurgia spinale mini-invasiva – ha detto, tra l’altro, Giovanni Parbonetti -   è stata influenzata in modo importante dai progressi tecnologici basti pensare al laser, all’endoscopia ed ai sistemi di navigazione.
Toracoscopia e laparoscopia  si usano per eseguire interventi di correzione della deformità (scoliotica e/o cifotica) e per eseguire discectomie microchirurgiche, in particolare Il ruolo della toracoscopia spinale è via via cresciuto includendo permettendo di eseguire  corpectomie, ricostruzioni vertebrale con fissazione interna, applicazioni di  hardware , la resezione di tumori neurogeni, spinale, e paravertebrali o ad origine dal tessuto osseo.
Di assoluto anche, tra gli altri, gli interventi del prof. Felice Cosentino,   dell’ospedale San Giuseppe di Milano, sulle nuove metodiche diagnostiche delle patologie digestiv, della dott.ssa Roberta Cosso Dirigente medico IV unità ortopedia Gruppo ospedaliero San Donato-Villa Erbosa Bologna, del dott. Marco Taraboni,  del dott. Alberto Falchetti, Presidente commissione osteoporosi della Società Italiana Ortomed, ha evidenziato come l’osteoporosi maschile sebbene meno frequente che nelle donne, è più frequentemente associata ad eventi clinici più severi ed a maggiore mortalità. A 50 anni 1 uomo su 8 ed a 75 anni 1 su 3 sarà affetto da osteoporosi. 

Print Friendly
  • Impressioni Di Gianfranco Donadio

    FRANCESCO DI PAOLA - Un film di Giovanni Sole Francisco de Paula vive in eremitaggio in una grotta poco lontana dal paese. Da lui vanno i paesani per chiedere consigli, per conoscere il futuro, per vincere la natura, per essere guariti, per riconoscere il vero dal falso. Francesco incute timore, ma allo stesso tempo ispira serenità, spaventa gli uomini ma allo stesso tempo li rassicura...