Home / CITTA / Calabria, De Gaetano: “Dal “Porcellum” solo danni. E’ arrivato il momento di restituire agli italiani la scelta dei propri rappresentanti abolendo le liste bloccate”

Calabria, De Gaetano: “Dal “Porcellum” solo danni. E’ arrivato il momento di restituire agli italiani la scelta dei propri rappresentanti abolendo le liste bloccate”

“E’ arrivato il momento di restituire agli elettori il diritto di scegliere i propri rappresentanti, cancellando i danni gravissimi prodotti dal famigerato “Porcellum” nel riempire il Parlamento di

“nominati” obbedienti solo ai diktat del Governo. Aderisco per questo con convinzione al Comitato per il referendum sulla legge elettorale che si propone di cancellare questa offesa alla democrazia, abrogando le liste bloccate e il premio di maggioranza previsti dall’attuale strumento normativo”. Lo annuncia il consigliere regionale Nino De Gaetano. “L’immobilismo e i rimpalli della politica nell’affrontare l’aberrazione prodotta dal leghista Calderoli – prosegue De Gaetano – hanno trasformato il ricorso al referendum nell’unica possibilità per gli italiani di far sentire la propria voce, riprendendosi a forza di voti la possibilità di designare i propri candidati. Con le liste bloccate previste dalla legge, infatti, sono le segreterie nazionali dei partiti a scegliere i futuri parlamentari, cancellando il rapporto fiduciario tra gli eletti e gli elettori e condizionando pesantemente il rapporto tra Parlamento e Governo. I risultati imbarazzanti del “Porcellum”, d’altronde, sono sotto gli occhi di tutti, con un’aula parlamentare affollata di “miracolati” fedeli solo agli ordini di scuderia e assolutamente indifferenti alle istanze sociali dei territori che li hanno eletti. Sul fronte dell’instabilità e della frammentazione non hanno prodotti effetti migliori il premio di maggioranza e la soglia di sbarramento al 2% per le liste collegate in coalizione: in caso di vittoria dei Sì ai quesiti referendari, la Camera sarebbe invece eletta con metodo proporzionale, senza premio di maggioranza e con una soglia di sbarramento al 4%. Gli eletti, inoltre, non sarebbero più nominati dai partiti ma scelti tra i candidati con la preferenza unica.  Un ritorno, insomma, ad una democrazia effettiva”.

Leggi qui!

Reggio – Roof Garden a un passo dalla rinascita

Da decenni è il simbolo della bruttura, dello sfascio, dell’indifferenza. In buona sostanza del fallimento …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *