Home / CITTA / Calabria, Musella: "Ma siamo convinti che ci sia solo 'ndrangheta dietro intimidazioni?"

Calabria, Musella: "Ma siamo convinti che ci sia solo 'ndrangheta dietro intimidazioni?"

”Riflettendo su quello che sta avvenendo da un po’ di tempo a Reggio Calabria nei confronti dei magistrati ho l’impressione di assistere ad un film gia’ visto”. Lo afferma in una nota la Presidente del Coordinamento nazionale antimafia ‘Riferimenti’, Adriana Musella. ”La storia –

aggiunge – si ripete, sarebbe il caso di dire. Ma siamo davvero convinti che sia solo ‘ndrangheta quello che c’e’ dietro i tentativi d’intimidazione? A mio avviso il ritrovamento del bazooka e’ l’ultimo atto in ordine di tempo di un disegno ben preciso. Quale? Creare un clima di destabilizzazione. Chi non ricorda la strategia della tensione. Certamente gli obiettivi e le situazioni contingenti sono diverse ma ritengo che la tecnica scientifica sia la stessa. Credo, in verita’ che quando la ‘ndrangheta vuole uccidere non avverte come credo che tutto questo clamore e il conseguente clima di repressione non giovi ai suoi interessi. E’ di giorni fa l’operazione in cui e’ risultato coinvolto un ex collaboratore dei servizi in riferimento alla macchina rubata piena d’armi fatta trovare nei pressi dell’aeroporto di Reggio Calabria poco dopo il passaggio del Presidente della Repubblica quel giorno in citta”’. ”I magistrati della Procura di Reggio Calabria – prosegue Musella – risultano scomodi, rappresentano un pericolo perche’ stanno per entrare nel cosiddetto santuario, stanno per arrivare agli insospettabili, quelli che finora sono stati ritenuti intoccabili stanno cioe’ per colpire il cuore dell’organizzazione. La vera linfa della ‘ndrangheta, infatti, e’ rappresentata dalla zona grigia, la famosa borghesia mafiosa fatta da professionisti, politici, amministratori nonche’ rappresentanti istituzionali compiacenti. Conosco la statura morale e professionale del procuratore Pignatone e dei suoi aggiunti: non si fermeranno,non si lasceranno intimorire anche se loro sono i primi a sapere che il gioco sta diventando pesante”. ”A loro – conclude – va tutta la gratitudine dei cittadini che ancora vogliono credere nel valore della giustizia, una giustizia offesa, bersaglio di mille tentativi di delegittimazione ma ancora testardamente determinata”.(ANSA).

Leggi qui!

Crotone – Il Parco delle Rose avrà una nuota intitolazione

L’assessorato alla Cultura del Comune di Crotone è lieto di invitare le SS.LL. al Concerto …