Home / CITTA / Federalismo, ministro Affari Regionali dice: “Sud, basta compiangersi”

Federalismo, ministro Affari Regionali dice: “Sud, basta compiangersi”

”Il Mezzogiorno vive una condizione di oggettiva difficolta’, ma va fatta anche un po’ di autocritica, non mi piace quando sento dal Mezzogiorno delle lagnanze: se una Regione del sud ha gli stessi abitanti di una del nord e tre volte il numero di dipendenti pubblici rispetto a quella, vuol dire che c’e’ qualcosa che non va”. Il ministro per gli Affari Regionali, Raffaele Fitto, parla senza peli sulla lingua di federalismo e di Mezzogiorno e ricorda che per il federalismo e’ stata scelta la strada ”del confronto preventivo partendo dalle indicazioni delle Regioni, delle Province e dei Comuni”. Sulle Regioni a Statuto speciale la sua posizione e quella del ministro ombra del Pd per le Riforme e il Federalismo, Sergio Chiamparino, sono praticamente identiche: Le Regioni a statuto speciale sono importanti ”ma ognuno deve essere disponibile a rimettersi in discussione”, dice Fitto, e ancora: ”In quelle Regioni ci sono una serie di servizi anche eccessivi. Poiche’ le risorse sono quelle, la coperta e’ quella, l’argomento va inserito nell’agenda, senza che nessuno si scandalizzi”. E Chiamparino: ”Il Mezzogiorno ha bisogno che lo si aiuti nella fase di partenza, ma non deve essere aiutato e assistito oltre”. In serata in una conferenza stampa al meeting di Cl il ministro dell’Economia Giulio Tremonti spiega che il federalismo ”va assolutamente attuato, anche nella parte fiscale. Va fatto e non ci sara’ uno che perde e uno che guadagna: guadagneranno tutti. Chi ci perdera’ e’ la cattiva politica”. Per Enrico Letta, l’ ”introduzione del federalismo fiscale con l’abolizione dell’Ici e’ ”un pasticcio estivo che la Lega e Bossi alla fine hanno denunciato”. Piu’ rassicurato sul federalismo,dopo le forti preoccupazioni espresse nelle settimane scorse, appare il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero. ”Il fatto che il ministro Calderoli avverta l’esigenza di discutere il suo progetto e di confrontarsi con i rappresentanti delle Regioni fa supporre anche una disponibilita’ a modificarlo”, afferma. Per Loiero, che incontrera’ Calderoli a Catanzaro all’inizio della prossima settimana, ”se cosi’ sara’, se saranno introdotti correttivi forti che possano consentire al Mezzogiorno di affrontare il nuovo assetto istituzionale, con garanzie idonee e prefissate dalle norme da approvare, io penso che il percorso federalista potra’ avere una accelerazione”. Mariangela Bastico, ministro ombra del Pd per gli Affari Regionali, rileva che ”sono molti i distinguo sul federalismo nel Pdl: nella Lega c’e’ una forte spinta all’accelerazione mentre rallentano, per esempio, gli esponenti di Forza Italia: quando abbiamo ascoltato i ministri Fitto e Calderoli in audizione parlavano con due ritmi e due lingue diversi”. (ANSA)

Leggi qui!

“Agosto in… Fiera a Messina 2018”: la programmazione sino a martedì 28 agosto

Ecco la nuova programmazione di “Agosto in… Musica” & “Agosto in…Teatro”. Questa sera verrà recuperato …