Home / CITTA / Gallico: "che fine ha fatto la raccolta dei rifiuti?"

Gallico: "che fine ha fatto la raccolta dei rifiuti?"

gallicospazRiceviamo e pubblichiamo: 

Scrivo per denunciare lo schifo che mi assale nel vedere ogni giorno aumentare la spazzatura gettata per strada in prossimità dei cassonetti che ovviamente rimangono vuoti.Questo succede a Gallico in via San Martino parallela del lungomare, ma i miei occhi vedono che la stessa cosa avviene altrove in città. Tutto ciò è dovuto a causa di un mix terribile tra comportamenti individuali dei cittadini e assoluta non curanza da parte di Leonia società mista del comune addetta alla raccolta.

Da oltre un anno la spazzatura è ammonticchiata a ridosso dei cassonetti. La Leonia è intervenuta con le ruspe e – udite udite – le ruspe hanno rotto i marciapiedi. E' intervenuta la Multiservizi a riparare i marciapiedi e per far questo i camion di Leonia hanno spostato con le ruspe i cassonetti lasciando la spazzautra per strada. Talvolta passano la sera addetti di Leonia con piccoli automezzi incaricati a raccogliere le buste che cadono fuori dalla spazzatura (poca cosa rispetto alla montagna che si è creata). Talvolta Leonia arriva con piccole ruspe e si limita a spostare la spazzatura ai bordi della strada aumentando l'altezza del cumulo che ormai oltrepassa la recinzione.gallicospaz2Abbiamo sollecitato in tutti i modi la circoscrizione e gli addetti di Leonia, ma nessuno è intervenuto. Sta per iniziare la stagione estiva e sinceramente ciò è l'esatto opposto della tanto declamata città turistica.Notare che dall'altra parte della strada stazionano i cassonetti per la differenziata, belli e puliti perchè nessuno li usa. La mista Fata Morgana non ha mai avviato il porta a porta declamato a settembre dello scorso anno dall'amministrazione comunale: rimangono solo i manifesti 6×6 con il povero Ciccio Cozza testimonial del nulla.Ma la cosa più grave di tutte è il comportamento dei ristoratori di Gallico Marina: sono loro  e i loro addetti che notte fonda lasciano enormi buste di spazzatura accanto al cassonetto. A ciò si aggiungono i cittadini che ormai è impossibile redarguire, ci scappa la discussione, le minacce, le botte: i fatti nostri non sono i fatti pubblici. L'identità dei cittadini con i beni comuni non esiste.Solo una attenta ispezione di Leonia ed una sensibilizzazione capillare salva noi e i nostri figli dallo schifo.

Giuseppe Carrozza – cittadino di Gallico

Leggi qui!

Crotone – Il Parco delle Rose avrà una nuota intitolazione

L’assessorato alla Cultura del Comune di Crotone è lieto di invitare le SS.LL. al Concerto …