• Home / CITTA / Messina, sequestrati 16 mila chili di botti illegali

    Messina, sequestrati 16 mila chili di botti illegali

    Primi sequestri di botti nel messinese. Sigilli a oltre 16 mila chili di fuochi illegali. Lo speciale nucleo armi ed esplosivi del ministero dell'Interno e la polizia amministrativa della questura di Messina hanno eseguito un sequestro in due delle 14 fabbriche che producono giochi pirotecnici nel messinese, a Mongiuffi Melia e San Filippo del Mela. I poliziotti hanno trovato diecimila chili di prodotti pirotecnici gia' confezionati e altri seimila chili di materiale di produzione. I sequestri, convalidati dalle Procure di Messina e Barcellona Pozzo di Gotto, sono stati decisi per le inadeguate misure antincendio e di sicurezza adottate dalle due ditte artigianali che potevano mettere a rischio l'incolumita' delle popolazioni che ricadono nelle due aree di produzione e stoccaggio, ma anche gli stessi operai che vi lavorano. I botti, in parte senza etichettatura, erano stoccati su camion parcheggiati proprio a ridosso dei depositi con materiali esplodenti ed infiammabili. A Sinagra, invece, i carabinieri hanno scoperto 30 chili di giochi pirotecnici nascosti in un monolocale che un 22enne aveva trasformato in rivendita clandestina. All'interno trovate bombe carta, fontane, raudi e cipolle. Denunciato anche un 39enne che aveva una carabina calibro 4,5, un fucile da caccia calibro 12 e relative cartucce. (AGI)