• Home / CITTA / L’Arcidiocesi Reggio-Bova organizza la fiaccolata della pace. Il 1° gennaio da Piazza Camagna

    L’Arcidiocesi Reggio-Bova organizza la fiaccolata della pace. Il 1° gennaio da Piazza Camagna

    L’Arcidiocesi di Reggio Calabria – Bova invita i giornalisti alla conferenza stampa che si terrà
    presso i locali della Curia Arcivescovile, con inizio alle ore 12.00, per annunciare la fiaccolata per la
    pace del prossimo 1 gennaio 2008.
    In questa occasione rappresentanti di associazioni laiche e comunità religiose e tutti i cittadini che
    vorranno aderire si riuniranno a Reggio Calabria per esprimere, all’inizio del nuovo anno, il proprio
    desiderio di pace.
    Quello di “costruire la pace” è un impegno che richiede anzitutto la disponibilità a lavorare su se
    stessi e ad operare assieme per l’affermazione di modelli di convivenza più inclusivi e fraterni: sulla
    base di questo assunto, e nello spirito del messaggio del Papa per la Giornata Mondiale per la Pace
    (Famiglia umana: comunità di pace), l’iniziativa è aperta a tutti coloro che desiderino esserci e
    condividere un momento di riflessione e di impegno.
    La manifestazione avrà inizio l’1 gennaio alle 19.00 a piazza Camagna, dove è previsto il
    concentramento dei partecipanti. Da lì partirà il corteo che percorrerà, con le fiaccole accese, l’intera
    isola pedonale del corso Garibaldi. Lungo il percorso sono previste alcune tappe che saranno scandite
    da letture e canti, espressione delle diverse nazionalità e comunità religiose presenti sul territorio che
    hanno aderito all’iniziativa per un ulteriore momento di condivisione e scambio.
    Maggiori dettagli sul senso e le modalità di svolgimento della manifestazione saranno fornite nel
    corso dell’incontro con i cronisti al quale prenderanno parte mons. Antonino Denisi, direttore
    dell’Ufficio Comunicazioni Sociali dell’Arcidiocesi di Reggio Calabria e Bova, Hassan El Mazi,
    segretario del Centro Culturale Islamico, p. Simeon Desrobitu per la comunità ortodossa rumena,
    Giuseppe Canale per la Chiesa valdese, Vincenzo Schirripa per la Commissione “Giustizia e Pace”.