• Home / CITTA / Caso Lanzino, identificato il secondo autore del delitto

    Caso Lanzino, identificato il secondo autore del delitto

     E' stata identificata la seconda persona che avrebbe partecipato all'omicidio di Roberta Lanzino, la studentessa di Rende (Cosenza) violentata e uccisa nel luglio del 1988. Si tratterebbe di un pastore, che all'epoca del delitto frequentava la zona tra Cerisano e Falconara Albanese. L'uomo – secondo quanto riporta stamani la 'Gazzetta del Sud' – avrebbe commesso il delitto insieme a Franco Sansone, di 45 anni, di Cerisano, detenuto nel carcere di Turi (Bari) per due omicidi. All'individuazione del complice di Sansone si e' giunti attraverso due testimonianze ed una serie di riscontri investigativi ottenuti negli ultimi mesi. Diventano invece difficoltose le indagini scientifiche perche' non si riesce piu' a trovare gli indumenti indossati dalla vittima al momento dell'omicidio. Le indagini sull'omicidio della studentessa cosentina sono state riaperte dopo le rivelazioni di due testimoni e di un ex boss di Cosenza della 'ndrangheta, Franco Pino, oggi collaboratore di giustizia, che ha detto di avere appreso alcuni particolari da un altro boss, che gli avrebbe rivelato anche i nomi degli assassini. (ANSA).