• Home / CITTA / Duisburg, stampa tedesca: “Ecco Il Padrino parte IV”

    Duisburg, stampa tedesca: “Ecco Il Padrino parte IV”

    La strage di Duisburg, dove sono state uccise sei persone legate a una famiglia della 'ndrangheta di San Luca, ha guadagnato le pagine interne dei giornali tedeschi ma solo perche' le prime sono occupate dall'attentato che ieri a Kabuk ha ucciso tre funzionari tedeschi della sicurezza, tra i quali una guardia del corpo del cancelliere, signora Angela Merkel. La 'Frankfurter Allgemeine Zeitung' scrive che "La mafia sbarca in Germania", Il 'Koelner Stadtanzeiger' parla di "Mafia sul Reno", la 'Berliner Zeitung' titola "Sanguinosa Vendetta", il 'Tagesspiegel' riassume la brutalita' del massacro con il titolo "Con proiettili in testa", analogamente al tabloid berlinese 'BZ', con "Massacro della mafia con colpi in testa". In un fondo sotto forma di lettera aperta dal titolo "Cari italiani", il columnist della "Bild", Franz Josef Wagner, si chiede adesso se i tedeschi che vogliono continuare ad andare a mangiare in un ristorante italiano debbano indossare per precauzione un giubbotto antiproiettile. "L'altra notte", scrive l'editorialista, "la Germania ha visto 'Il Padrino', parte quarta, un padrino reale, con una montagna di cadaveri davanti ad un ristorante. Come fa uno a gustare stasera a cena i ravioli con la ricotta? Ogni tedesco ha il suo 'Da Bruno' (quello di Duisburg davanti al quale e' avvenuta la strage, ndr). Dal punto di vista dell'alimentazione – nota con sarcasmo il quotidiano- siamo tutti italiani". Wagner ricorda poi tutte le parole italiane che sono ormai entrate di diritto nel lessico tedesco, come "Vino, Saltimbocca, Pizza Margherita, Pizza Quattro Stagioni, Grappa, Prego, Grazie, Espresso". "Per me – conclude – la mafia era Hollywood, ma dopo Duisburg mi chiedo davvero se adesso per andare a mangiare gli spaghetti dai vari "Da Bruno', 'Angelo', 'Peppino' devo prima indossare un giubbotto antiproiettile." (AGI)