Home / CITTA / Duisburg, Loiero: “Raggiunta dimensione planetaria”

Duisburg, Loiero: “Raggiunta dimensione planetaria”

''Che cos'e' che conferisce al massacro di Duisburg una dimensione del tutto inedita nella storia della criminalita' calabrese? Non certo il fatto che gli autori dell'eccidio appartengano a questa regione. Tale elemento non fa che rinviare a una sorta di alterita' ricorrente a cui si fa ricorso quando si e' a corto di argomenti convincenti''. E' quanto scrive il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, in una lettera pubblicata oggi dalla Repubblica. ''Questa storia di un implicito legame antropologico – prosegue Loiero – che salderebbe il brigantaggio postunitario alla 'ndrangheta, passando per il brigante Musolino, non sta in piedi perche', malgrado la difficolta' di analisi in una fase emotivamente perversa come quella di oggi, la Calabria produce un'infinita' di fatti positivi cui bisognerebbe senza alcun pregiudizio posare lo sguardo. Cosa che non sempre la grande stampa fa, perche' dividere il grano dal loglio e' un esercizio difficile e spesso anche doloroso''. Per il presidente della Regione Calabria inoltre ''la dimensione inedita del massacro sta nel fatto che sia avvenuto in terra di Germania con quella sacralita' che ha assunto il suolo tedesco lungo l'arco dei secoli nella storia europea. Fosse avvenuta a San Luca o anche a Reggio Calabria, diciamocelo pure, il fatto avrebbe lasciato tutti indifferenti. Per anni i piu' avvertiti tra noi hanno invano consigliato di stare piu' attenti al fenomeno perche' la 'ndrangheta, nella quasi assenza di pentitismo, a partire dagli anni Novanta, dopo che i riflettori si erano accesi quasi esclusivamente sulla Sicilia, aveva assunto una dimensione ormai planetaria''. (ANSA)

Leggi qui!

Reggio Calabria – Grande successo per “Se stiamo insieme ci sarà un perchè”

di Grazia Candido (foto Antonio Sollazzo) – Buona la prima per l’Officina dell’Arte impegnata ieri …