• Home / CITTA / Duisburg, killer già in Olanda?

    Duisburg, killer già in Olanda?

    Gli autori della strage di Ferragosto a Duisburg (di uno è stato diffuso un identikit dalla polizia tedesca) potrebbero aver lasciato la Germania subito dopo l'esecuzione per raggiungere l'Olanda. L'ipotesi è tra quelle al vaglio degli investigatori. L'Olanda, in particolare Amsterdam, potrebbe essere la via di fuga più probabile dei killer per sfuggire alla morsa dei controlli messi in piedi dalla polizia tedesca subito dopo l'esecuzione mafiosa del 15 agosto. Amsterdam, del resto, non sarebbe una meta casuale. Nella città olandese il 28 marzo 2006 fu arrestato, infatti, dopo 10 anni di latitanza, Sebastiano Strangio, dell'omonima famiglia coinvolta nella faida di San Luca. Strangio, figura di primissimo piano, si nascondeva nei Paesi Bassi dove si occupava insieme al fratello di traffico di droga. In Olanda, Strangio teneva le file dei rapporti tra i clan calabresi e i cartelli colombiani del narcotraffico. Lì il boss aveva frequenti rapporti con i capi dell'organizzazione residenti a Rosarno, In particolare, Rosario Arcutri e Antonio Ascone, entrambi legati alla famiglie Pesce-Bellocco. Nei paesi bassi i componenti del gruppo di fuoco entrato in azione a Duisburg potrebbero godere quindi di protezioni anche per un espatrio in luoghi più sicuri in Sud America. (Apcom)