Home / CITTA / Duisburg, il regista Calopresti: “Giovani, via dalla Calabria!”

Duisburg, il regista Calopresti: “Giovani, via dalla Calabria!”

"E' andarsene dalla Calabria" l'unico modo per interrompere la catena di sangue. Lo afferma "provocatoriamente" Mimmo Calopresti, il regista di Polistena, in provincia di Reggio Calabria, in un'intervista a "Il Messaggero" dopo la mattanza mafiosa di Duisberg. "Bisogna uscire dai mondi chiusi – spiega Calopresti – conoscere nuove culture, vedere Paesi diversi, aprirsi la mente. Credo molto nei giovani che incoraggio a fare progetti in grande. I giovani ci salveranno". Il direttore della Scuola del documentario di Napoli, "sgomento" ma "non sorpreso" dalla strage, sostiene che in Calabria "i violenti sono una minoranza" e "c'è un sacco di gente che vuole mettere un freno alla violenza e all'incoltura". Calopresti invita i suoi conterranei a non fare "piagnistei" e a non "accusare lo Stato di incuria, ma con l'atteggiamento positivo, ottimista, di chi ha voglia di fare, di cambiare le cose". Sull'atteggiamento dello Stato però il regista non nasconde critiche. "Dovrebbe governare e preoccuparsi dei problemi della gente anziché inseguire le alleanze di potere". "Se da decenni – conclude Calopresti – non si risolve il problema dei 15 km maledetti della Salerno-Reggio Calabria, vuol dire che qualcosa non funziona…" (Apcom)

Leggi qui!

Ai domiciliari va in giro in auto: arrestato

I carabinieri della Tenenza di Isola di Capo Rizzuto hanno arrestato un 32enne del luogo …