• Home / CITTA / Collisione: Caronte accusa Segesta

    Collisione: Caronte accusa Segesta

    ''Al momento dell'impatto il Segesta Jet viaggiava a una velocita' di 22,3 nodi, mentre la Susan Borchard era quasi ferma, dopo avere ridotto drasticamente la sua velocita' di crociera che era di 17-18 nodi''. Lo afferma l'amministratore delegato della Caronte, Vincenzo Franza, sulla base dei dati Ais rilevati dal traghetto Zancle della compagnia privata, in transito nella zona. Franza sottolinea che il file contenente tutte le informazioni Ais trasmesse dai transponder ''e' gia' stato consegnato alla Capitaneria di Porto'' e ribadisce che da questi dati ''non emerge alcuna responsabilita' della nostra nave''. ''Emerge chiaramente – ripete l'amministratore delegato della Caronte – che Segesta non ha modificato la propria rotta e velocita', rimasta praticamente costante dall'uscita dal Porto di Reggio , per poter sfilare in sicurezza di poppa alla Zancle''. Secondo questa ricostruzione il pilota dell'aliscafo, dopo avere fatto sfilare il traghetto, non si sarebbe accorto che davanti alla sua prua c'era un'altra unita' in navigazione, la Susan Borchard per l'appunto, che pur riducendo la velocita' non sarebbe tuttavia riuscita a evitare la collisione