• Home / CITTA / Maxitruffa nella locride

    Maxitruffa nella locride

    Sessantacinque titolari di aziende agricole sono stati denunciati a piede dai finanzieri della compagnia di Locri,  per indebita percezione di contributi comunitari per circa 2.250.000 euro. L'operazione ha interessato tutto il territorio della Locride, ed era finalizzata alla verifica del corretto utilizzo delle somme elargite dall'Unione Europea a titolo di aiuto alle aziende dedite all'allevamento di bovini ed ovini. In particolare, per la parte di indagine conclusa, la Guardia di Finanza, partendo dall'esame dei tabulati forniti dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, che riepilogano i soggetti beneficiari di agevolazioni alla zootecnia, ha avviato una preliminare attivita' di intelligence per individuare quei settori ad alto indice di pericolosita'. Quindi, i finanzieri hanno concentrato l'attenzione sui soggetti percettori di premi nel settore zootecnico (allevamento di bovini, ovini e caprini), per i quali la specifica normativa nazionale in materia sanitaria prevede che gli allevatori debbano procedere annualmente a sottoporre tutti i capi di bestiame alla profilassi per l'eradicazione della brucellosi e della leucomi, pena l'esclusione da qualsiasi contributo di tipo nazionale o comunitario. (Adnkronos)