• Home / CITTA / Libertà d’informazione: Ordine e Sindacato giornalisti su perquisizioni

    Libertà d’informazione: Ordine e Sindacato giornalisti su perquisizioni

    L'Ordine dei Giornalisti ed il Sindacato dei Giornalisti della Calabria, con una nota congiunta, hanno espresso ''stupore e meraviglia per la visita che personale di polizia giudiziaria ha ieri compiuto nelle sedi regionali delle agenzie di stampa e nelle redazioni dei quotidiani calabresi per un'indagine, aperta dalla Procura di Catanzaro, sulla fuga di notizie nell'ambito dell'inchiesta che vede indagato il presidente Loiero''. A parere di Ordine e Sindacato dei giornalisti ''non c'era davvero bisogno di acquisire alcunche' in Calabria, visto che i fatti sono davanti agli occhi di tutti e dimostrano inequivocabilmente come si siano svolte le cose. Poiche' -aggiungono Ordine e Sindacato- e' nota, oltre che di rilievo nazionale, la testata che ha divulgato l'anticipazione della notizia, se non si vuole alzare un inutile polverone basta davvero molto poco per capire chi ha pubblicato fatti, nomi, circostanze e quant'altro con tempi eventualmente asincroni rispetto ai diritti riconosciuti a tutti gli indagati''. Ordine e Sindacato dei giornalisti ''esprimono pertanto la massima solidarieta' ai colleghi calabresi e ai responsabili delle varie redazioni, ribadendo, ancora una volta, come la liberta' d'informazione ed il diritto di cronaca siano essenziali per la crescita democratica della nostra regione''.  (ASCA)