• Home / CITTA / Anche Rifondazione Comunista fuori dalla giunta

    Anche Rifondazione Comunista fuori dalla giunta

    rifondazione_comunistaRifondazione comunista si autosospende dalla presenza nella Giunta regionale calabrese. Ad annunciarlo a Catanzaro è stato il responsabile nazionale Enti locali del partito Michele De Palma. All'incontro con la stampa erano presenti il segretario regionale Rocco Tassone, l'assessore regionale al Lavoro Nino


    De Gaetano, il capogruppo alla Regione Damiano Guagliardi e dirigenti delle federazioni e regionali del partito. Dopo Ds e Dl il Prc è, dunque, il terzo partito che prende le distanze dall' esecutivo Loiero. ''Rifondazione comunista si autosospende con una decisione presa unanimemente da tutte le strutture della dirigenza nazionale e locale – ha aggiunto De Palma – perchè non intendiamo accodarci a chi si è dimesso su una questione o a chi chiede che la cosa rientri sulle dimissioni stesse. Il tema che poniamo alla discussione al Tavolo nazionale che si terrà domani sulla Calabria, riguarda il futuro di una terra di frontiera per l' Unione. O noi siamo capaci di porre al centro la questione morale e di un patto etico con la popolazione calabrese, che ha a che fare con la vita reale delle persone, o sennò corriamo il rischio di trovarci ancora in una situazione in cui ogni volta andranno in scena crisi e microcrisi''. ''Non parteciperò ai lavori di Giunta – ha spiegato l'assessore De Gaetano – fino a che questa crisi non rientrera' nei termini che noi riteniamo prioritari e che riguardano la centralità della politica al di fuori di spartizioni o di sostituzioni di direttori generali''. (ANSA).