• Home / CITTA / Saracinello: restyling per la Chiesa

    Saracinello: restyling per la Chiesa

    Un’altra parrocchia cittadina sarà interessata ad opere di restyling. Questa mattina, infatti, l’assessore Giuseppe Agliano, su delega del sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti, ha consegnato alla ditta che si è aggiudicata l’appalto, i lavori per la manutenzione ed il risanamento conservativo della chiesa San Giuseppe Artigiano di Saracinello.
    L’intervento sarà finanziato con quasi 45 mila euro e sarà destinato al progetto di rifacimento delle facciate, del campanile ed alla ristrutturazione dei locali annessi all’edificio.
    “San Giuseppe Artigiano – ha spiegato il parroco, Don Pasqualino Catanese – è sorta intorno agli anni ’70 ed è stata costruita, sotto l’input di Monsignor Ferro, per garantire a questa parte di territorio un punto d’aggregazione. Sono già state effettuate delle restaurazioni, ma mancava ancora una sistemazione definitiva alla quale si arriverà grazie all’intervento del Comune, anche perché attualmente questa chiesa è frequentata da circa 4000 parrocchiani”.
    “Con quest’opera – ha dichiarato Agliano, alla cerimonia di consegna insieme ai consiglieri comunali Giuseppe Martorano ed Antonino Malara, al presidente della XIII circoscrizione Lorenzo Fascì, ai consiglieri circoscrizionali Minniti, Barillà e Costantino ed ad una nutrita rappresentanza di cittadini del luogo – diamo il via ad una serie di lavori programmati dall’Amministrazione Comunale affinché si possa migliorare l’estetica e la qualità della vita di un quartiere che, soprattutto negli ultimi tempi, sta andando incontro ad un importante aumento demografico e ad un notevole sviluppo urbanistico”.
    “Mi riferisco – ha spiegato l’assessore – a quegli interventi che saranno indirizzati alla piazza  che insiste sulla via principale  del rione o ai lavori di verde attrezzato che interesseranno la ‘Cooperativa La Bruna’. Ma non solo. Infatti è stato costituito un gruppo di tecnici che avrà il compito di redigere il progetto della scuola elementare con annessa scuola materna: un programma nato recependo le esigenze del territorio, sia a livello istituzionale, sia secondo le istanze della cittadinanza che qui risiede. Questa zona, infatti, è una delle poche a non aver scuole ospitate in edifici pubblici ma in strutture private. A ciò va aggiunto il progetto di restaurazione di un immobile confiscato da assegnare alla parrocchia che godrà, così, di uno spazio idoneo ad attività di tipo sociale” (ROTO SAN GIORGIO)