• Home / CITTA / Pellaro, nascerà centro di aggregazione

    Pellaro, nascerà centro di aggregazione

    E’ stato presentato questa mattina al centro civico di Pellaro, il progetto relativo alla costruzione di un centro di aggregazione sociale che sorgerà a Lume di Pellaro. L’iniziativa dell’Amministrazione comunale, assessorato alle politiche comunitarie e del mediterraneo, rientra nell’ambito del piano di sviluppo urbano della città, finanziato con i fondi del POR Calabria 2000 –  2006. A presentare l’opera con il Sindaco Giuseppe Scopelliti, erano presenti gli assessori Candeloro Imbalzano, Tilde Minasi, Fabrizio Veneziano, Michele Raso, Giuseppe Raffa, il consigliere Enzo Sidari, il presidente della XV circoscrizione Pasquale Melìto, il parroco don Massimo Laficara e, per i progettisti, il geometra Ignazio Romanò. All’incontro hanno altresì partecipato il consigliere comunale Alberto Cutuli e numerosi consiglieri circoscrizionali. L’intervento prevede la realizzazione di un complesso edilizio costituito da un edificio a quattro piani, di cui uno seminterrato, destinato a fini aggregativi. La struttura sorgerà a Lume di Pellaro su un terreno di proprietà della parrocchia S. Maria del Lume. Il centro sarà dato in gestione dal Comune alla Chiesa, attraverso un’apposita convenzione tra le parti è stato infatti formalizzato l’accordo. I locali saranno realizzati nel pieno rispetto della normativa riguardante l’abbattimento delle barriere architettoniche. E’ prevista anche una sala riunione ed un’area ove realizzare convegni e conferenze. Per l’opera è stata bandita la gara d’appalto e dovrà essere costruita in 520 giorni dalla consegna. L’importo complessivo dei lavori è di 750.000 euro. Il centro di aggregazione sociale nasce dalla sintesi delle istanze dell’Amministrazione comunale e della comunità parrocchiale S. Maria del Lume di Pellaro.
    “L’attenzione verso il mondo della chiesa e nei confronti delle problematiche giovanili che potrebbero interessare particolarmente i ragazzi che vivono in periferia è costante – ha dichiarato il Sindaco Scopelliti. Proprio alla luce di tale ragionamento riteniamo predominante il ruolo che la chiesa assume in qualità  di centro di aggregazione. Per questo abbiamo anche sposato sin da subito il progetto “Vivi l’oratorio” e stiamo lavorando per la valorizzazione dei luoghi attigui le strutture ecclesiastiche, affinché la nostra azione amministrativa sostenga con una reale sinergia d’intenti, le attività avviate dalle parrocchie”. (ROTO SAN GIORGIO)