• Home / CITTA / Archi, lavori in due Chiese

    Archi, lavori in due Chiese

    San Giovanni Battista e Maria Santissima Del Carmelo, due delle più importanti chiese della X circoscrizione, sono al centro di una serie d’interventi mirati a valorizzare questi luoghi di culto che insistono nel popoloso rione di Archi.
    Proprio questa mattina, infatti, il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti, accompagnato dall’assessore Giuseppe Agliano, dal consigliere Paolo Arillotta, dalla delegata al settore Pari Opportunità Annamaria Rosato, dal presidente della circoscrizione Antonino Foti, dal responsabile dei procedimenti Saverio Putortì, da padre Domenico Seminara e da padre Roberto Lodetti, ha consegnato i lavori alle ditte che si sono aggiudicate gli appalti.
    Riqualificazione e restauro conservativo per la chiesa di San Giovanni Battista: con un investimento di quasi 250 mila euro, dunque, si provvederà ad un restyling delle facciate e del tetto.
    Oltre 83 mila euro, invece, riguardano il “progetto per i lavori di completamento delle opere di ministero pastorale della parrocchia Maria Santissima del Carmelo”, che doterà il prospetto della chiesa di un nuovo look.
    “Un impegno per le periferie che si rinnova – ha dichiarato il Primo Cittadino – anche attraverso le opere di restauro degli edifici di culto, in questo caso le due chiese di Archi. Un impegno a tutto campo che vuole valorizzare questi due siti, ma che, più in generale, tende a migliorare l’impatto estetico con il quartiere grazie ad altre tipologie d’intervento. La chiesa, infatti, non rappresenta solo un luogo di culto, ma anche una struttura d’aggregazione. Già al momento della redazione del documento programmatico era stata ribadita la necessità d’instaurare una sinergia con il mondo della chiesa: basti pensare al programma ‘Vivi l’oratorio’ ed ai progetti realizzati per aiutare la presenza delle parrocchie sul territorio e fornire gli strumenti adeguati a questo fine, che è quello di considerare la comunità ecclesiastica come valida alternativa alla strada. Per questo oltre al restyling delle chiese abbiamo pensato ad una serie di investimenti per realizzare accanto alle parrocchie dei centri sportivi e culturali che integrano tale idea di aggregazione”. “Prosegue l’opera dell’amministrazione per i quartieri più lontani dal centro – ha poi evidenziato Agliano. Oggi tocca ad Archi che già nei mesi scorsi è stato interessato da diverse opere pubbliche e dall’apertura di cantieri. I lavori appena consegnati riguardano, oltre che Maria Santissima del Carmelo, una delle parrocchie storiche del rione: daranno un respiro moderno a questa chiesa che abbraccia una vasta porzione di territorio. Ma un riferimento andrebbe fatto all’attenzione, in generale, che l’amministrazione sta rivolgendo nei confronti di quest’area. Basti pensare ai lavori per il cimitero, opera attesa da decenni, al risanamento di zone degradate, alla riqualificazione di Vico De Nava ed ai prossimi lavori riguardanti il campo da calcio, struttura che sicuramente apporterà una significativa spinta alla crescita fisica e sociale dei giovani del quartiere”.
    Dello stesso avviso Paolo Arillotta. Anche il consigliere, infatti, ha voluto sottolineare “gli sforzi profusi dall’amministrazione comunale per il progresso e lo sviluppo delle periferie”. “Il restauro conservativo che si realizzerà sulle due Chiese – ha proseguito Arillotta – s’inserisce in un più ampio programma che vede Palazzo San Giorgio impegnato nella redazione di progetti mirati al miglioramento di tutto il territorio comunale, e, nello stesso tempo, permetterà una trasformazione nell’impatto estetico con l’intero quartiere di Archi, uno dei più popolati della città. Il tutto senza dimenticare il ruolo costruttivo e formativo che le parrocchie ricoprono nell’ambito dei rioni soprattutto quelli più distanti dal centro cittadino”. (ROTO SAN GIORGIO)