• Home / CITTA / Qualcuno fermi Loiero e la Bindi!

    Qualcuno fermi Loiero e la Bindi!

    "Prendo atto con piacere che il ministro Rosy Bindi e' stata equivocata, che non voleva difendere il consigliere regionale Domenico Crea e che, sull'argomento, la sua posizione non si discosta dalla mia e da quella del suo partito in regione".

    Non si fa attendere la controreplica del presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, nella polemica che lo vede opposto al ministro Rosy Bindi.

    "Per quanto riguarda il pulpito del mio trasformismo – aggiunge il presidente Loiero in una nota diffusa dal suo portavoce – mi fa specie che la Bindi se ne occupi solo a quella che lei ritiene la settima volta. Le ricordo che si', e' vero, saro' pure apparso instabile rispetto alle gabbie dei partiti. Ma non sono certo convinto che questo sia un limite.

    Voglio ancora ricordare al ministro che comunque mi sia mosso, come trasformismo non lo hanno avvertito gli elettori, se e' vero che alle regionali abbiamo vinto con uno scarto di quasi
    il 20 per cento e che da un anno a questa parte il centrosinistra replica i successi in ogni competizione, compreso il referendum di ieri che ha visto la Calabria protagonista, con il suo 82,5 per cento di No. Per tale straordinario risultato – conclude Loiero – si e' spesa tutta
    la coalizione di centrosinistra e come la Bindi sa, mi sono speso personalmente negli ultimi cinque anni, pubblicando sul tema anche due libri con l'editore Donzelli".