Home / CALABRIA / CITTA Ultime / Vibo, Russo (Pd): ”Chiesto Consiglio comunale urgente su vertenza Eni”

Vibo, Russo (Pd): ”Chiesto Consiglio comunale urgente su vertenza Eni”

Di seguito la nota diffusa da Giovanni Russo Consigliere comunale PD – La risoluzione della vertenza dei depositi Eni di Vibo Marina richiede un’assunzione diretta di responsabilità da parte della intera classe politica di Vibo Valentia.

Fa bene la CGIL a richiamare ognuno alle sue di responsabilità e come Gruppo PD in consiglio comunale sentiamo forte questo richiamo e non intendiamo sottrarci  nell’affrontare una problematica di tale rilevanza.
Questa mattina infatti in seno alla terza commissione, ho chiesto a nome dell’intero gruppo la convocazione urgente di un consiglio comunale su tale vertenza. Richiesta che grazie alla sensibilità del presidente della stessa e della maggioranza dei presenti, sarà inoltrata in maniera urgente al presidente del consiglio comunale affinché convochi al più presto un consiglio avente come unico punto all’ordine del giorno proprio la vertenza ENI.
Chiudersi in se stessi rispetto a problematiche di cotanta rilevanza non è consigliabile. Ne tanto meno serve demandare alla sola dirigente del settore la ricerca di una eventuale risoluzione.
Vi è la necessità non più prorogabile che il consiglio comunale della città capoluogo in primis, assuma la guida politica rispetto ad una vertenza che se dovesse prendere la piega negativa, avrebbe davvero effetti devastanti sull’economia della nostra città.
La decisione di chiedere con forza un consiglio comunale urgente è nata dopo non aver ricevuto nessuna risposta alla mia interrogazione , sottoscritta da tutto il resto del gruppo PD, presentata a fine luglio.
Già per troppo tempo sono andati inspiegabilmente persi gli ingenti introiti derivanti dalle accise, mai versate nelle casse del Comune di Vibo Valentia, si parla di cifre che si aggirano tra i 20 e 25 mln di euro annui che consentirebbero al comune di risollevarsi vista la condizione di dissesto in cui si trova.
Inoltre la paventata chiusura dello stabilimento Eni comporterebbe una vera e propria mazzata nei confronti di diverse famiglie vibonesi.
Pertanto, va sostenuta e con forza la battaglia portata avanti  dal segretario della CGIL Luigi De Nardo che bene fa quando richiama in primis Scopelliti ad un forte atto di disponibilità verso la risoluzione di questa vertenza.
Serve uno sforzo da parte di tutti, e come consiglieri comunali di questa città siamo convinti che per prima proprio noi dobbiamo metterci in gioco ed essere coinvolti.
Il 31 dicembre si avvicina inesorabilmente.

Giovanni Russo
Consigliere comunale PD

Leggi qui!

Dal 12 settembre le esumazioni ordinarie al Cimitero di Cosenza

La direzione degli uffici cimiteriali dà avviso che da martedì 12 settembre al Cimitero cittadino …