Cosenza: il Sindaco Occhiuto ritira le deleghe a Katya Gentile, al suo posto Vigna nominato vicesindaco

lunedì 03 giugno 2013
17:04
occhiutogentile
E’ un vero e proprio strappo quello che si registra nella maggioranza di centrodestra alla guida del Comune di Cosenza. Il sindaco Mario Occhiuto ha infatti ritirato le deleghe al Vicesindaco e Assessore Katya Gentile.

Secondo quanto si apprende l provvedimento di revoca è dovuto al fatto che ”non esistono piu’ i presupposti per un sereno rapporto di collaborazione”. L’ormai ex vicesindaco Katya Gentile e’ la figlia di Pino Gentile, attuale assessore regionale ai Lavori pubblici della Calabria e maggiorente del Pdl calabrese. ”Cio’ che mi interessa e mi interessera’ sempre – dichiara Occhiuto in una nota – e’ lavorare per il bene dei cittadini di Cosenza. Per questo motivo non saro’ io ad alimentare ulteriori polemiche ne’ tantomeno a ribattere con offese e volgarita’ alle offese e alle volgarita’ ricevute”. Una cosa che il sindaco vuole rimarcare e’ che ”il sottoscritto non ha mai mollato e mai mollera’ la nave che sta provando a condurre seguendo l’indirizzo del cambiamento, nel segno del rispetto verso tutti. Tengo a ricordare ancora una volta a chi al riguardo non fosse ben informato, che le uniche consulenze da me assegnate, oltre a quelle dei dirigenti esterni ridotti di numero e stabilite ad inizio mandato, sono consulenze a titolo gratuito, mentre le nomine a tempo determinato dei componenti dello staff del sindaco sono legislativamente previste dall’art. 90 del Testo unico degli Enti locali. Per quanto concerne invece gli affidamenti degli incarichi professionali obbligatori per legge nell’ambito della realizzazione delle opere pubbliche, e che non gravano sul Bilancio corrente bensi’ sui relativi finanziamenti strutturali, questi sono sempre stati concordati e condivisi con l’assessore al ramo”.

E se da una parte Occhiuto ha tenuto a precisare che l’asse costruito tra Udc e Pdl alla guida del Comune di Cosenza continuerà ad esistere anche dopo la revoca delle deleghe di Katya Gentile dall’altra è stata immediata la nomina del nuovo Vicesindaco Luciano Vigna. “Ringrazio il sindaco Mario Occhiuto per la fiducia accordatami – ha precisato il neo incaricato – tengo tuttavia a sottolineare che l’incarico di Vice sindaco deve ritenersi acquisito temporaneamente per puro senso di responsabilità al fine di garantire la continuità amministrativa. Saranno poi gli organi competenti di Partito, insieme al Sindaco della città, ad individuare i futuri percorsi di governo”.
Print Friendly
  • Impressioni Di Gianfranco Donadio

    BASHKIMFOLK - CI MANDA SCANDERBEG Il gruppo nasce nel novembre 2006 dall'incontro tra Rocco Marco Moccia (voce,chitarra acustica,organetto,cjftalì,davul); Antonello Di Turi; (tamburi a cornice, percussioni); Amedeo Fera (flauto traverso, chitarra, mandolino, sax) provenienti da diverse esperienze, ma accomunati dalla passione per la musica popolare. Successivamente la formazione è cresciuta e attualmente consta di sette componenti, polistrumentisti, soprattutto strumenti caratteristici della tradizione calabrese e balcanica: organetto, chitarra battente, tamburi a cornice, ciaramelle, cjftalì e davul. Bashkim in arbëreshe (antica lingua italo-albanese) significa "unione","compagnia","cosa comune" e vuole essere un monito affinché coloro i quali sentono le proprie origini, ascoltano i racconti del passato, amano tutto ciò che esprime la propria terra, si uniscano e portino avanti con orgoglio e passione la propria identità. Il repertorio valorizza i canti popolari del meridionali e comprende tarantelle, tammorriate, pizziche, melodie balcaniche e musiche anche inedite. Il loro sound è anche caratterizzato dalla contaminazione di altre culture musicali quali blues, jazz, ecc.