Home / CALABRIA / Maltempo, Oliverio: “Pronti a chiedere lo Stato di emergenza”

Maltempo, Oliverio: “Pronti a chiedere lo Stato di emergenza”

A seguito delle forti piogge e dei conseguenti gravi danni che hanno interessato gran parte della Calabria tra il 16 ed il 19 giugno scorso, la Giunta Regionale, raccogliendo le continue segnalazioni di criticità che continuano a provenire alla Sala Operativa di Protezione Civile, sta predisponendo i provvedimenti formali per la richiesta di dichiarazione dello Stato di emergenza che dovrà essere approvato dal Governo.

“Si tratta di un atto dovuto – spiega il Presidente Oliverio – dinanzi ad un fenomeno meteorologico particolarmente intenso, ed anche inatteso vista la stagione, che ha colpito diffusamente e con straordinaria intensità sia le aree costiere che quelle interne di quasi tutte le Province calabresi, provocando ingenti danni alle infrastrutture, alle attività produttive ed al patrimonio pubblico e privato”.

Per questa ragione – prosegue il Presidente – dopo la conclusione degli interventi in emergenza, ho immediatamente dato mandato al Dirigente della Protezione Civile regionale, Carlo Tansi, di istituire un gruppo di lavoro, coordinato dai tecnici della stessa U.O.A. Protezione Civile, dell’ex Autorità di Bacino Regionale, del CAMILAB dell’Università della Calabria e del CNR-IRPI quali Centri di Competenza del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, per la predisposizione delle relazioni tecniche che accompagneranno la Delibera di richiesta di dichiarazione dello Stato di emergenza che la Giunta, su mia proposta, si appresta ad approvare”.

“Riteniamo di fondamentale importanza che lo Stato – conclude l’On. Oliverio – accolga le nostre legittime istanze, che scaturiscono da situazioni di gravissimo danno e che, per estensione e portata, non possono essere fronteggiati dai singoli enti territoriali coinvolti dagli eventi, anche in funzione del ripristino, nel più breve tempo possibile, delle normali condizioni di vita e del superamento delle tante criticità, dovute alla precarietà idro-geologica del territorio, che rischiano concretamente di minare l’incolumità dei cittadini calabresi.

Un plauso ed un ringraziamento, infine, ai Sindaci dei Comuni colpiti che, anche grazie alla sinergia con la Protezione Civile regionale hanno gestito e superato in modo esemplare l’emergenza, scongiurando che vi fossero vittime tra la popolazione e riportando, in tempi rapidi – con il decisivo contributo degli operatori di Calabria Verde – il ritorno alla normalità

Leggi qui!

Comitato Corso Sud: “Al Comune non interessa il futuro di Piazza Garibaldi”

Il sostegno alla candidatura dell’ente aspromontano all’UNESCO Global Geoparks (Rete dei Geoparchi mondiali UNESCO) e …