Home / CALABRIA / “AgrumariaReggina”, Chirico: “Servono infrastrutture per la crescita della Calabria”
rbt

“AgrumariaReggina”, Chirico: “Servono infrastrutture per la crescita della Calabria”

Di Giuseppe Rosario Princi – L’“AgrumariaReggina” un’azienda fertile nel campo dei prodotti “only-one”. Nata dal fondatore Francesco Chirico nel 1985, oggi, già alla terza generazione, è una delle realtà imprenditoriali sane presenti sul territorio Reggino. Premiata con l’onorificenza del “San Giorgio d’oro 2018”.
Alla guida di questa realtà il Dott. Paolo Chirico che insieme ai figli e ai nipoti portano avanti quel sogno iniziato dal padre 33 anni fa.

Come nasce questa azienda e come si è sviluppata negli anni

“Nasce nel 1985 come trasformazione degli agrumi, e successivamente si è sviluppata, man mano che il mercato chiedeva prodotti innovativi, l’azienda grazie ai laboratori presenti in struttura produce i cosiddetti prodotti “only-one” cioè conpaund che diamo ai nostri clienti per la produzione delle loro bevande. Operiamo in tutto il globo sia in America, America del sud, Medioriente, Asia, Turchia, in Africa dove ci siamo affermati con un ufficio di rappresentanza e la relativa struttura commerciale. Abbiamo aperto da poco una struttura in Kenia e in Pakistan. Stiamo cercando di portare avanti la bandiera della nostra terra”.

Nel 2012 siete stati insigniti del “Premio Reggio Produttiva” e quest’anno con il “San Giorgio D’oro”. Che significato assumono questi riconoscimenti

“Intanto siamo orgogliosi di questi premi che attestano un lavoro certosino e programmatico dell’azienda. Mi sono emozionato molto soprattutto alla consegna del San Giorgio d’oro. Voglio ricordare inoltre il premio dello scorso anno “Reggio Calabria Day” dato alla aziende che hanno portato lustro alla città” .

Parlando invece di criticità del nostro territorio, cosa secondo le istituzioni potrebbero fare per migliorare la produttività delle aziende

“Servono infrastrutture, io dico sempre quando mi chiedono dove siamo che ci troviamo nel nord Africa. Siamo senza aeroporto, per far venire i clienti è un impresa, per quanto riguarda i porti quello di Gioia Tauro funziona male e noi adesso stiamo operando su Catania per abbattere i costi e ci sono più compagnie. Quindi la Regione Calabria deve aiutarci da questo punto di vista, creando infrastrutture che sono il fulcro della produzione e dell’economia”.

Quali sono gli obbiettivi futuri dell’ “AgrumariaReggina”

“Gli obbiettivi sono quelli di migliorarsi sempre, se un’azienda si ferma non ci sono margini di sviluppo dobbiamo sempre stare al passo con i tempi e cercare quotidianamente di migliorarci. Quindi ogni anno abbiamo il compito di crescere e di creare nuovi step che siano concentrati sullo sviluppo economico anche della nostra terra”.

Leggi qui!

Reggio Calabria – Dal 24 agosto sul Lungomare Falcomatà il villaggio ‘S’intesi’