Home / CALABRIA / Pubblicato il bando del PSR relativo alle attrezzature in difesa della biodiversità

Pubblicato il bando del PSR relativo alle attrezzature in difesa della biodiversità

Il Dipartimento Agricoltura e Risorse Agroalimentari comunica che è stato attivato il bando relativo all’intervento del PSR Calabria 2014/2020 4.4.2. “Attrezzature in difesa della biodiversità”, volte a sostenere investimenti non produttivi, finalizzati a salvaguardare l’agrifauna, sia attraverso la creazione di luoghi di rifugio e riproduzione, sia attraverso misure che limitino l’impatto delle macchine durante le operazioni colturali. Per “investimenti non produttivi” si intendono investimenti materiali e/o immateriali che siano connessi all’adempimento degli obiettivi agro- climatico – ambientali perseguiti dalla Commissione Europea, compresa la conservazione della biodiversità delle specie e degli habitat. Il sostegno, inoltre, è riconosciuto per interventi realizzati all’interno delle aree protette della Regione Calabria e dei siti Natura 2000. La principale caratteristica degli interventi ammessi risulta quella di non comportare un incremento diretto del reddito dell’impresa. Più nel dettaglio, l’intervento finanzia gli investimenti per acquisto e installazione di nidi artificiali per uccelli insettivori e/o per insetti pronubi selvatici; acquisto e installazione di cassette nido per favorire la nidificazione dell’avifauna; creazione di laghetti e pozze artificiali volti a favorire l’insediamento e la riproduzione di avifauna; acquisto di dispositivi da applicare ad attrezzi utilizzati per le operazioni colturali e/o attrezzature di dissuasione da utilizzare durante le operazione colturali, per tenere lontana l’avifauna
I beneficiari del bando sono agricoltori, in forma singola o associata ed enti pubblici gestori di terreni agricoli. Si precisa che le domande di sostegno dovranno essere presentate attraverso il portale Sian entro il 30 aprile 2018. Il bando è consultabile sul sito internet www.calabriapsr.it, nell’apposita sezione bandi.
“Ancora una volta – ha affermato il Consigliere regionale con delega all’“Agricoltura” Mauro D’Acri – il Programma di Sviluppo Rurale della Calabria scende in campo a sostegno della tutela della biodiversità regionale. In questo caso relativamente all’agrifanuna del territorio calabrese. Si tratta di un bando perfettamente in linea con le priorità del nostro PSR 2014/2020, che dimostra che con le risorse comunitarie non si sostiene unicamente lo sviluppo e la produttività delle aziende, ma si incoraggiano gli agricoltori ed i gestori di terreni agricoli a rispettare gli imprescindibili criteri agro-climatico- ambientali, fondamentali per il futuro della nostra terra e di tutti noi. Pur non trattandosi di una dotazione finanziaria notevole – ha concluso D’Acri – questo bando permetterà degli interventi molto qualificanti e pertinenti rispetto ad un tema particolarmente importante”.

Leggi qui!

Bossio (PD) “I porti calabresi non si toccano”

La commissione Trasporti della Camera oggi ha fatto propria la posizione che ho espresso a …