Home / CALABRIA / Una “squadra” di crotonesi ambasciatori della città in Italia e nel mondo
Una “squadra” di crotonesi ambasciatori della città in Italia e nel mondo

Una “squadra” di crotonesi ambasciatori della città in Italia e nel mondo

Si è tenuta nella Sala Consiliare promossa dall’Assessorato alla Cultura, la “Festa della Restituzione” per salutare ed incontrare i giovani crotonesi che si sono fatti strada e onore in Italia e nel mondo nei rispettivi campi professionali.
“Non chiederti cosa può fare il tuo paese per te, chiediti cosa puoi fare tu per il tuo paese”. Questa è una delle frasi più famose della storia del Novecento. Ed è la frase che John Fitzgerald Kennedy ha pronunciato il giorno del suo insediamento alla Casa Bianca nel 1961.
Ad oltre 56 anni di distanza è una frase ancora attuale, che non risente dei travagli del tempo e che oggi, grazie ai giovani professionisti crotonesi, è apparsa quanto mai attuale.
Undici crotonesi autentici, come una squadra di calcio dai colori rossoblù, tornati nella loro città per dialogare con istituzioni e mondo associativo e culturale e mettersi a disposizione di altri giovani in un interscambio di esperienze in questa innovativa proposta dell’assessore Antonella Cosentino.
Tra loro direttori d’orchestra, soprani, attori, ingegneri, manager, chirurghi, ricercatori, registi e sceneggiatori, economisti, tutti accomunati dalle radici crotonesi, dall’amore per la propria città, per la capacità di essersi affermati in tutto il mondo conservando la semplicità e l’umiltà che è tipica di chi è realmente grande.
Giovanni Saccà, Giovanni Cardamone, Gianpaolo Lecce, Benedetto Longo, Alessandro Lisi, Giuseppe Crugliano, Simone Borrelli, Netty De Mare, Franco Eco, Stella Sestito, Maurizio Amendola, veri e propri ambasciatori di Crotone in Italia e nel mondo come li ha definiti la vice sindaco Antonella Cosentino nell’accoglierli nella Casa Comunale dove erano presenti, tra gli altri, anche i familiari dei giovani professionisti.
“L’incontro odierno non è un solo un doveroso ringraziamento da parte della città per quello che avete fatto e quello che rappresentate ma è finalizzato ad una riflessione comune sulla realtà economica, sociale e culturale di Crotone e sulle strategie di cambiamento che stiamo avviando come Amministrazione e che vogliono avvalersi anche del vostro prezioso contributo e della vostra esperienza” ha detto l’assessore Antonella Cosentino che ha voluto anche la presenza all’incontro delle realtà produttive ed associative della città. Erano presenti tra gli altri il presidente di Confindustria Michele Lucente e il direttore di Confcommercio Giovanni Ferrarelli.
Con la vice sindaco erano presenti gli assessori Giuseppe Frisenda, Benedetto Proto e Salvatore De Luca.
Presenti anche i consiglieri comunali Domenico Mazza, Pisano Pagliaroli, Ines Mercurio e Valentina Galdieri.
Più che raccontarsi i giovani professionisti si sono messi a disposizione della città pronti a far parte di un incubatore di idee la cui proposta è stata lanciata dall’amministrazione Pugliese nel corso dell’iniziativa.
Una riunione dove oltre alla festa per il “ritorno” è prevalsa “la libertà di pensiero” come ha evidenziato l’assessore De Luca nel suo intervento sottolineando che, anche alla luce dei nuovi accordi con Eni che ha seguito con l’assessore Proto, nuove risorse possono essere messe a disposizione dei giovani, della scuola, delle idee innovative per la crescita e lo sviluppo della città di Crotone.
I giovani professionisti non hanno mai smesso di fare parte della “famiglia” di Crotone. Sono un patrimonio che è cresciuto attraverso i personali sacrifici, la tenacia ed il talento naturale, ma sono un patrimonio che oggi l’amministrazione Pugliese con questo primo incontro al quale seguiranno altri appuntamenti intende valorizzare con il coinvolgimento dei giovani, delle realtà produttive e culturali della città

Leggi qui!

Acqua pubblica, Oliverio: “Ho sostenuto referendum contro privatizzazione”

XVI Olimpiadi italiane di Astronomia, il plauso di Oliverio a finalisti e vincitori

Il presidente della Giunta regionale, Mario Oliverio, plaude ai 16 studenti finalisti calabresi, che hanno …