Home / CALABRIA / Calabria, le Valli Cupe e Sersale aprono all’Europa
Calabria, le Valli Cupe aprono all'Europa

Calabria, le Valli Cupe e Sersale aprono all’Europa

Calabria, le Valli Cupe e Sersale aprono all’Europa. Uno dei quattro progetti di mobilità internazionale giovanile ideati e organizzati da “Terra di Mezzo”, l’associazione di promozione sociale e culturale nata nel 2013 a Vallefiorita, con la collaborazione di sei comuni calabresi, interesserà, nei mesi di maggio e giugno 2018, la Riserva Naturale Valli Cupe.
Il progetto, promosso in partenariato con il Comune di Sersale, la Direzione della Riserva Valli Cupe e la Cooperativa Segreti Mediterranei, ha ricevuto numerose richieste di partecipazione: circa 50 enti pubblici e privati dell’Unione Europea (Bulgaria, Estonia, Francia, Grecia, Inghilterra, Lituania, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia, Spagna, Ungheria) e degli Stati limitrofi (Macedonia, Turchia, Armenia, Azerbaigian, Georgia, Russia, Tunisia, Ucraina, Uzbekistan), a dimostrazione del grande interesse di associazioni, scuole, municipalità, università e imprese europee ed extraeuropee per la Calabria e per le Valli Cupe.
“Un ambiente sostenibile per lo sviluppo delle aree rurali”: è questo il tema del progetto di scambio culturale a cui parteciperanno giovani provenienti dai tre paesi selezionati (Bulgaria, Estonia e Romania) che, con i coetanei di Sersale, condivideranno, per dieci giorni, laboratori, incontri con esperti locali, conoscenza del territorio e delle buone pratiche di gestione di una Riserva naturale.
Gli altri progetti, che si realizzeranno da marzo a settembre del prossimo anno, interessano i comuni di Ricadi, Capistrano, Filogaso, Maierato e Stefanaconi: il progetto “Welcome back to Mother Nature”, che si svolgerà nel maggio 2018 a Maierato e Filogaso, ha come tema lo sviluppo ambientale e la civiltà contadina e coinvolgerà partner provenienti da Lituania, Spagna e Turchia; “From Tastes to tastes” è il progetto incentrato sulla conoscenza e sulla promozione delle tradizioni gastronomiche e alimentari che si terrà a Ricadi nel mese di giugno con la partecipazione di giovani provenienti dalla Slovacchia, dalla Slovenia e dalla Spagna; infine, ad agosto, a Capistrano e Stefanaconi, si organizzerà il progetto “Art for the landscape of peace” sul rapporto tra arte e solidarietà con la partecipazione di Armenia, Grecia e Ungheria.
«Lo sviluppo della regione – ha sostenuto il presidente dell’Associazione “Terra di Mezzo” Gianni Paone – non può prescindere dal realizzare accordi di cooperazione con altri Stati europei ed extraeuropei per il raggiungimento di obiettivi economici e sociali». Per il direttore della Riserva Valli Cupe Carmine Lupia, il sindaco di Sersale Salvatore Torchia e la presidente di Segreti mediterranei Rossella Capellupo che condividono progetti e programmi dell’iniziativa, «la sfida è esattamente questa: mettere in collegamento stabile, aperto e intelligente la Calabria dalle bellezze straordinarie con l’Europa. Dal confronto con gli altri nasce una conoscenza più profonda di noi stessi e, insieme, delle grandi opportunità che la Calabria ha. Ciò che occorre è abbandonare l’idea che lo sviluppo debba arrivare dall’esterno e magari per magia. Dobbiamo essere intraprendenti e coraggiosi e i risultati verranno».

Leggi qui!

Confiscati beni a imprenditore esponente della ‘ndrangheta in Emilia Romagna

La Dia di Firenze ha confiscato beni per oltre un milione di euro nei confronti …