• Home / CALABRIA / Bando cultura 2017, Comune Corigliano: graduatoria ancora non pubblicata

    Bando cultura 2017, Comune Corigliano: graduatoria ancora non pubblicata

    Bando regionale per la valorizzazione del sistema dei beni culturali e per la qualificazione ed il rafforzamento dell’offerta culturale presente in Calabria – annualità 2017. Il Comune poteva partecipare ad una soltanto delle 3 azioni previste. Ha preferito presentare il progetto relativo ai beni culturali ed ambientali con la proposta TEATRO AL QUADRATO. La graduatoria non è stata ancora pubblicata.

    È quanto fa sapere l’Amministrazione Comunale che, restando fiduciosa sull’esito, invita a non strumentalizzare. È sempre più vero che i pregiudizi possono accecare ed è sempre più vero che qualche coriglianese gode se può parlare male della sua città, anche senza essercene motivo. È il caso della pretestuosa polemica sui bandi regionali per la cultura che non sarebbe nata se chi l’ha montata si fosse informato e avesse letto gli atti amministrativi del Comune.

    L’avviso pubblico per la selezione ed il finanziamento di interventi per la valorizzazione del sistema dei beni culturali e per la qualificazione e il rafforzamento dell’attuale offerta culturale presente in Calabria – Annualità 2017 è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria in data 18 maggio 2017. Nell’ambito dell’avviso erano previste le aree e gli ambiti culturali individuati dalla Regione Calabria, in tre azioni e quattro tipologie di interventi nelle quali le iniziative di progetto da presentare a cura dei soggetti ammissibili devono rientrare. Azione 1: VALORIZZAZIONE DEL SISTEMA DEI BENI CULTURALI E AMBIENTALI; Azione 2: RAFFORZAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE; AZIONE 3: VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO DEMO-ETNO ANTROPOLOGICO E DELLA CULTURA IMMATERIALE. Dato che le azioni 2 e 3 erano destinate prevalentemente a musei, fondazioni ed associazioni culturali il Comune di Corigliano Calabro, a seguito della valutazione tecnico-progettuale, ha ritenuto di partecipare all’Azione 1 (Valorizzazione del Sistema dei Beni Culturali e Ambientali), avente una dotazione di euro 4,7 MILIONI, comprendente 4 tipologie, ed in particolare quella relativa ad Eventi innovativi di interesse regionale non storicizzati, con una proposta progettuale dal titolo TEATRO AL QUADRATO volto alla valorizzazione del patrimonio culturale, alla conoscenza della identità territoriale e delle tradizioni locali, in piena coerenza con l’attenzione dedicata in questi anni all’attività teatrale e al mondo del teatro.

    A dar maggior credibilità e sostegno alla proposta progettuale l’Esecutivo GERACI si è impegnato a cofinanziarla per il 20%, come richiesto nel bando, scegliendo come partner esterno la FITA, Federazione Italiana teatro Amatoriale. Ad oggi la graduatoria per la tipologia D non è stata ancora pubblicata dalla Regione Calabria, mentre sono state pubblicate le graduatorie delle tipologie A-B-C. Secondo le indicazioni pervenute dalla Regione era inutile partecipare a tutte e quattro le tipologie, in quanto ad ogni comune non sarebbe stato approvato più di un progetto. Il Comune, perciò, si è concentrato sulla Tipologia D e ha lasciato spazio alle Associazioni culturali cittadine per partecipare alle altre tipologie, come in effetti hanno fatto, anche con successo.

    Bisogna ricordare, d’altra parte, che il Comune l’anno scorso, utilizzando lo stesso bando, ha avuto approvato il progetto BIBLIOMANIA, le cui attività hanno consentito al nostro comune di fregiarsi dell’appellativo CITTÀ CHE LEGGE, toccato solo a circa 350 comuni in Italia. Si è fiduciosi che la nostra proposta progettuale possa essere approvata, essendo stata curata e predisposta dall’Ufficio P.I. con grande attenzione, grazie alla professionalità e competenza dei dipendenti, sicuri di poter contare solo sulla qualità del prodotto non avendo santi protettori e raccomandatori. Si aggiunge a completamento dell’attività amministrativa svolta che, in base alla Legge Regionale 13, è stato anche presentato un progetto riguardante la stagione turistica che è stato finanziato dalla Regione sia pure in modo ridotto. C’è semmai da sottolineare che l’approvazione dei progetti è avvenuta con estremo ritardo rispetto ai tempi previsti, con incidenza negativa sulle attività da realizzare. A conclusione si chiarisce che alla Tipologia C – Sezione EVENTI DI RILIEVO REGIONALE, realizzati da almeno tre anni, il nostro Comune l’anno prossimo potrà partecipare, avendo già organizzato per tre anni di fila il Premio Nazionale AROLDO TIERI, il Premio VINCENZO VALENTE e la Stagione Teatrale QUADRATO IN SCENA”.