Borghi d’Italia alle Terme di Diocleziano: Roma l’eccellenza della Calabria

venerdì 19 maggio 2017
18:59
Borghi Marinari_panoramica_badolato borgo

Arrivare fino “Ai confini della meraviglia”, per scoprire le peculiarità di ogni territorio italiano. Il percorso espositivo, così intitolato e allestito alle terme di Diocleziano a Roma fino al 9 giugno, raccoglie la diversificazione dell’esperienza turistica nelle 18 Regioni dell’iniziativa Borghi – Viaggio Italiano, con un calendario di eventi, spettacoli e animazioni. Un allestimento, basato sulla tecnica dell’anamorfosi, accompagna il pubblico in un tour alla scoperta dei prodotti tipici e delle eccellenze di ogni località. Durante la giornata del 19 maggio, dedicata alla Calabria, sono state proiettate immagini dell’entroterra e della costa della regione che costituisce la punta dello stivale italiano. Un’anteprima della visita è stata possibile grazie all’utilizzo di visori di realtà aumentata, all’esposizione dell’artigianato locale – dal ricamo alla liuteria, dall’oreficeria ai costumi della tradizione popolare – e all’esibizione di musicisti e cantori popolari. “In questa giornata la Calabria proietta la sua bellezza, la sua storia, l’identità dei suoi borghi, contribuendo a valorizzare un patrimonio che il Paese possiede e che è inestimabile”, ha detto Gerardo Mario Oliverio, presidente della Regione Calabria. “Un patrimonio – ha proseguito – sul quale bisogna agire non solo per valorizzarne le potenzialità ma anche per trasformarlo in un grande attrattore di qualificazione dell’offerta turistica”. Quest’anno la regione ha avuto l’onore di classificarsi al 37/o posto nella classifica delle 52 mete imperdibili nel mondo, stilata dal quotidiano americano The New York Times, in particolare per l’offerta culinaria. “L’enogastronomia calabrese, attraverso l’opera di una nuova leva di chef, sta riemergendo – ha commentato Oliverio – e il New York Times l’ha scoperta, abbinandola al grande patrimonio dei borghi, dei conventi, delle abbazie”. “Abbiamo l’esigenza oggi nel nostro paese di puntare di più su un turismo diffuso che dura tutto l’anno e sicuramente i borghi sono una grande opportunità”, ha detto Dorina Bianchi, sottosegretario al ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. “Noi oggi vogliamo far conoscere all’ospite che viene a visitare il nostro Paese tutto il nostro entroterra, tutte le piccole realtà dove si vive di più ‘italiano’ – ha commentato – e forse questa è una delle caratteristiche tra le più amate dagli altri Paesi”.

Print Friendly