Home / CALABRIA / Dal 22 al 25 aprile si svolgerà a Cosenza la Festa delle Resistenze

Dal 22 al 25 aprile si svolgerà a Cosenza la Festa delle Resistenze

Dal 22 al 25 aprile si svolgerà a Cosenza la Festa delle Resistenze. Organizzata da movimenti e associazioni cittadine vuole portare l’attenzione sulla memoria del 25 aprile, sul sacrificio dei partigiani, sui luoghi dell’antifascismo cosentino e sulle nuove resistenze che oggi si snodano sul nostro territorio e in ogni altro luogo d’Europa e del Mondo. Resistere oggi significa difendere il diritto alla casa all’acqua pubblica, all’accoglienza verso tutti. Resistere significa ancora ribellarsi alle grandi opere in cantiere nella città di Cosenza ribadendo che le priorità sono altre. Il 25 aprile diventa quindi tutt’altro che una  data superata anzi diventa il crocevia tra passato e presente, uno spazio d’incontro tra la memoria e la lotta

FESTA DELLE RESISTENZE
La memoria e le lotte
COSENZA, dal 22 al 25 aprile 2017

*Musica, artisti di strada, lezioni, proiezioni, pranzi e cene sociali, reading, presentazioni libri, dibattiti, aggregazione e socialità*

22 aprile ore 18
Otra Vez Fair Cafè Cosenza – Bistrot bio etico
documentario
Era tutto molto naturale
Partigiani della Brigata Italia
di Giulia Bondi
giornalista Rai Calabria
segue dibattito con l’autrice
e altri attivisti

23 aprile ore 17.30
Ritrovo a piazza XI settembre
Passeggiata Antifascista
con il prof. Giovanni Sole
autore del libro
Tornacontisti cacadubbi panciafichisti.
Mito e realtà della guerra a Cosenza (1940-1945)
Rubbettino Editore

23 aprile ore 20.30
Otra Vez Fair Cafè Cosenza – Bistrot bio etico
Pastasciutta Antifascista. Una tradizione di Mamma Cervi
+ letture sparse da Controvento
di e con Nicola Regina ed Erik
+ musiche, canti e immagini partigiane

24 aprile ore 17.30
Libreria Ubik Cosenza
Maria Pina Iannuzzi, Matteo Dalena e Alessandra Carelli
presentano
Ricorda. Storia d’un semplice partigiano garibaldino
di Franco Araniti
ed. IlFiloRosso
sarà presente l’autore

24 aprile ore 18
Piazzetta Skanderberg
Lezione in piazza
Partigiano portami (ancora) via.
Le forme del dominio e le nuove resistenze
con Michele Giacomantonio e gli studenti medi cosentini

25 aprile ore 10
Piazza XI settembre
Piazza Kennedy
Parco Piero Romeo
Villetta via Roma
Artisti di strada, musica e animazione, danza aerea, sport popolare

a cura di Francesco Liuzzi, Gianluca Visciglia, Tonia Mingrone, Boxe Popolare

25 aprile ore 13
Palazzo Occupato via Savoia
Pranzo sociale antifascista
+ mostra fotografica Le Nuove Resistenze

ore 17.30
Musiche e parole resistenti
a cura di
Antonello Anzani, Mauro Nigro,
Ernesto Orrico, Francesco Cangemi, Giuseppe Bottino, Luigi Marino

ore 20
Cumededè in concerto

Organizzano la Festa delle Resistenze 2017:
Prendocasa Cosenza, Novae Polis, Otra Vez Fair Cafè Cosenza – Bistrot bio etico, ANPI Provincia di Cosenza “Paolo Cappello”, Boxe Popolare, Teatro dell’Acquario, Collettivo Autonomo Studentesco Cosenza, Rifondazione Cosenza, Cosenza in Comune – per un’altra idea di città, La Terra di Piero, Unione Sindacale di Base Cosenza

Media partner: Radio Ciroma 105.7 – cosenza, Malanova.info, Mmasciata.it

Leggi qui!

Non siamo e non saremo mai contenti dei ritardi che si ripetono e che purtroppo si aggiungono rispetto alla realizzazione di quelle grandi infrastrutture vitali per lo sviluppo della nostra terra e che i calabresi, soprattutto i cittadini di questo territorio, attendono da sempre. Quella, quindi, dell’ulteriore rinvio odierno del CIPE (al 28 febbraio) sulla nuova SS106 è per noi e per tutte le comunità dell’Alto Jonio cosentino una brutta, pessima notizia. Ciò detto, non possiamo tollerare che il Presidente della Giunta Regionale Mario OLIVERIO, silente ed assente soprattutto in questa area che è la più disastrata insieme al crotonese della Calabria, si accorga delle priorità e delle tante e troppe questioni aperte di questa zona soltanto in questi giorni di campagna elettorale. È quanto ha dichiarato Emanuela ALTILIA intervenendo nel pomeriggio di oggi (giovedì 22) a TREBISACCE e ROCCA IMPERIALE e chiedendo scusa, anche a nome degli altri candidati presenti Antonio ASCENTE, Ernesto RAPANI e Fausto ORSOMARSO, ai calabresi per le offese alla loro dignità ed alla loro intelligenza delle quali OLIVERIO ed i sindaci del territorio al suo fianco si stanno rendendo protagonisti ormai ogni giorno. Nonostante questi annunci a giorni alterni da parte del Presidente OLIVERIO – lo ribadisco – si sta soltanto azzerando il livello di credibilità delle istituzioni e la fiducia dei cittadini nella Politica. Crediamo che – ha concluso la ALTILIA – soprattutto da qui, da Trebisacce, spesso teatro preferito da OLIVERIO per le sue promesse sempre sbugiardate, dall’alto ionio cosentino e dall’intera Calabria dovrà arrivare e arriverà la forza determinante per far vincere il centro destra in Italia e per riportarlo dal 5 marzo alla guida della REGIONE CALABRIA senza demagogia, senza populismo.

Trebisacce, Altilia (FI): “Chiediamo scusa per le bugie di Oliverio”

“Non siamo e non saremo mai contenti dei ritardi che si ripetono e che purtroppo …