Home / CALABRIA / Corigliano (CS) – Sabato il concerto gratuitodel pianista Lorenzo Bevacqua

Corigliano (CS) – Sabato il concerto gratuitodel pianista Lorenzo Bevacqua

Sarà la suggestiva ed incantevole Sala degli Specchi del Castello Ducale di Corigliano ad ospitare il XXI appuntamento concertistico della XII stagione concertistica de La Città della Musica. Appuntamento per gli appassionati di musica classica alle ore 19 di sabato 22 Aprile con il concerto gratuito Recital Pianistico del talento dell’area urbana Rossano-Corigliano  M° Lorenzo Bevacqua. Sulle opere dei padri della musica classica Clementi, Mendelssohn e Chopin.

A volere fortemente il concerto, considerati i successi ottenuti i concerti effettuati al Castello Ducale, è stata l’Associazione White Castle guidata da Costantino Argentino.

La prestigiosa rassegna musicale è organizzata dal Centro Studi Musicali “G. Verdi” di Rossano, in collaborazione con la Pro Loco Rossano “La Bizantina”, con la partnership del Gruppo donatori Sangue “FRATRES” RossanoFrancesca Zicarelli O.n.l.u.s., l’associazione White Castle, l’azienda agricola Gallo, il ristorante pizzeria Le Macine, il Centro Ottico Pugliese, la Mondadori Bookstore Rossano, il periodico “La Voce”.

Lorenzo Bevacqua diplomato in pianoforte con 10, lode e menzione d’onore nel 2014 e laureato con 110, lode e menzione d’onore nel 2016 presso il Conservatorio di Musica “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza sotto la guida del maestro Giacomo Pellegrino. Attualmente frequenta l’Accademia Pianistica “Incontri col Maestro” di Imola, allievo effettivo dei maestri Roberto Giordano e Ingrid Fliter e,in precedenza, di Piero Rattalino e Boris Petrushansky. È vincitore di 11 concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Ha debuttato con orchestra, eseguendo il 4° concerto di Beethoven, nella stagione concertistica 2014/2015 del Teatro Rendano, con l’orchestra del conservatorio di Cosenza intraprendendo un’attività concertistica in Italia e all’estero. Si è inoltre distinto in diverse masterclass, in particolare con i maestri Franco Scala, Sergio Perticaroli, Aldo Ciccolini e Vincenzo Balzani.

Leggi qui!

Non siamo e non saremo mai contenti dei ritardi che si ripetono e che purtroppo si aggiungono rispetto alla realizzazione di quelle grandi infrastrutture vitali per lo sviluppo della nostra terra e che i calabresi, soprattutto i cittadini di questo territorio, attendono da sempre. Quella, quindi, dell’ulteriore rinvio odierno del CIPE (al 28 febbraio) sulla nuova SS106 è per noi e per tutte le comunità dell’Alto Jonio cosentino una brutta, pessima notizia. Ciò detto, non possiamo tollerare che il Presidente della Giunta Regionale Mario OLIVERIO, silente ed assente soprattutto in questa area che è la più disastrata insieme al crotonese della Calabria, si accorga delle priorità e delle tante e troppe questioni aperte di questa zona soltanto in questi giorni di campagna elettorale. È quanto ha dichiarato Emanuela ALTILIA intervenendo nel pomeriggio di oggi (giovedì 22) a TREBISACCE e ROCCA IMPERIALE e chiedendo scusa, anche a nome degli altri candidati presenti Antonio ASCENTE, Ernesto RAPANI e Fausto ORSOMARSO, ai calabresi per le offese alla loro dignità ed alla loro intelligenza delle quali OLIVERIO ed i sindaci del territorio al suo fianco si stanno rendendo protagonisti ormai ogni giorno. Nonostante questi annunci a giorni alterni da parte del Presidente OLIVERIO – lo ribadisco – si sta soltanto azzerando il livello di credibilità delle istituzioni e la fiducia dei cittadini nella Politica. Crediamo che – ha concluso la ALTILIA – soprattutto da qui, da Trebisacce, spesso teatro preferito da OLIVERIO per le sue promesse sempre sbugiardate, dall’alto ionio cosentino e dall’intera Calabria dovrà arrivare e arriverà la forza determinante per far vincere il centro destra in Italia e per riportarlo dal 5 marzo alla guida della REGIONE CALABRIA senza demagogia, senza populismo.

Trebisacce, Altilia (FI): “Chiediamo scusa per le bugie di Oliverio”

“Non siamo e non saremo mai contenti dei ritardi che si ripetono e che purtroppo …