Scritte Vescovado – Bova: “La presenza della società sana e perbene alla marcia di martedì, sarà ancora più forte e compatta”

lunedì 20 marzo 2017
14:03

Il presidente della Commissione regionale antindrangheta, Arturo Bova, appreso della grave intimidazione contro don Luigi Ciotti a Locri, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

«Il rinvenimento delle ignobili scritte sui muri del Vescovado di Locri, non solo lascia sgomenti, ma è purtroppo la conferma di quanto la sottocultura mafiosa sia pervasiva e presente nella nostra società. Messaggi inquietanti e abbietti come quelli lasciati nottetempo da qualche balordo, però, non possono in alcun modo scalfire il valore assoluto degli eventi positivi di questi giorni e sono convinto, ancora di più, che la presenza della società sana e perbene alla marcia di martedì, sarà ancora più forte e compatta».

Print Friendly