Cosenza – La terza edizione per B-Book, il Festival dedicato alla lettura

lunedì 20 marzo 2017
16:23

Terza edizione per B-Book, il Festival dedicato alla lettura che si svolgerà alla Città dei Ragazzi dal 22 al 24 marzo prossimi, con una anteprima di presentazione il 21 marzo nel Palazzo della Provincia.

 

La tre giorni, ormai consolidata, è promossa dalla Cooperativa delle donne con la Cooperativa sociale Don Bosco e Teca srl, società che gestiscono la Città dei Ragazzi, in collaborazione con l’Amministrazione comunale e il sostegno di Save the Children. La direzione artistica è dello scrittore Michele D’Ignazio e dell’illustratrice Jole Savino, la direzione organizzativa è di Lucia Ambrosino.

Nato come una sfida – portare sul nostro territorio un evento capace di promuovere la lettura nei ragazzi – B-Book in soli due anni ha conquistato numeri importanti – migliaia di bambini e ragazzi – conquistando subito l’inserimento nella rete dei Festival nazionali dedicati alla letteratura per ragazzi.

 

Il sostegno del Comune passa attraverso gli assessorati alla Scuola ed alla comunicazione ed eventi, retti rispettivamente da Matilde Spadafora Lanzino e Rosaria Succurro. “B-Book è lo specchio della mission della Città dei Ragazzi, luogo di confronto e parco educativo della nostra città che vogliamo a misura di bambino – affermano gli assessori Spadafora e Succurro. Oggi – continuano – i giovanissimi sono distratti e attratti dalle sirene dei social e dei video giochi e sappiamo bene quante insidie nascondano. È un dovere sociale, quindi, insieme alla famiglia e agli insegnanti, affiancarli nella ri-scoperta del piacere della lettura – concludono i due assessori – ed il confronto diretto con gli autori così come i vari laboratori, tutti all’insegna della creatività, sono strumenti coinvolgenti e partecipativi di questo percorso che dobbiamo sostenere fin dalla tenera età”.

 

Vediamo dunque cosa propone B-Book 2017 ai ragazzi che possono partecipare in gruppo con la scuola di appartenenza o vivere l’esperienza anche singolarmente e con la famiglia. Le tre giornate infatti, sono ricche di appuntamenti, sia in fascia antimeridiana (dedicata alle scuole) che pomeridiana (aperta al pubblico).

 

Intanto gli incontri con gli autori, che sono davvero tanti, tra scrittori e illustratori: Guido Quarzo, vincitore nel 1995 e nel 2013 del premio Andersen; Anna Vivarelli, vincitrice sia del

 

Premio Cento che del premio Selezione Bancarellino, oltre che, nel 2010, del Premio Andersen come miglior autore; Antonio Ferrara, scrittore ed illustratore particolarmente attento alle tematiche sociali, vincitore nel 2012 del Premio Andersen per la categoria ragazzi sopra i 15 anni; Andrea Satta, musicista dei Tetes de Bois ma anche scrittore e pediatra; Assunta Morrone, dirigente scolastico e autrice di numerosi libri per bambini e ragazzi; Beniamino Sidoti, che si occupa di gioco e narrazione, di scrittura creativa e animazione alla lettura; Gabriele Clima, scrittore e illustratore che lavora prevalentemente sui temi della diversità, dell’intercultura e dell’integrazione; Andrea Vico, divulgatore scientifico e scrittore per Editoriale Scienza; Elisa Mazzoli, autrice di libri per bambini e ragazzi e di canzoni che spesso accompagnano i suoi libri; Luca Randazzo, maestro e scrittore, vincitore nel 2014 del Premio selezione Bancarellino; Annalisa Ponti, autrice alla sua prima pubblicazione edita da Rizzoli; Grazia Gotti, maestra e libraia, cofondatrice della libreria per ragazzi di Bologna Giannino Stoppani; Silvia Bonanni, illustratrice che collabora con importanti editori italiani e stranieri; gli scrittori calabresi Pietropaolo Morrone, Eliana Iorfida, Mirella Napodano, Nicola Cosentino e Patrizia Fulciniti; Michele D’Ignazio e Jole Savino, nel loro rispettivo ruolo di scrittore e illustratrice.

 

Grande spazio anche alle attività laboratoriali con atelier di lettura, laboratori di arte, di pittura di strada, di musica, di teatro, filosofia e costruzione del libro curati da Gianluca Salomone, Mario Brigante, Sonia Falcone, Daniele Siciliano, Massimo Iiritano, Museum Children ebook, Tagesmutter – Cooperativa La Terra, L’Isola che non c’era, Leonardo Vulpitta, Anna Puleo, Marilena Morabito, Danilo Garcia di Meo, Paolo Spinelli, Mammachemamme, Crescimondo.

 

La tre giorni prevede anche occasioni formative per gli adulti, seminari educativi rivolti ad insegnanti, educatori, genitori, finalizzati all’apprendimento di tecniche sempre nuove e adatte ai diversi contesti educativi e volte a conciliare la didattica ludica con l’animazione alla lettura.

 

 

 

Il b-book festival è frutto di un lavoro condiviso e partecipato con il territorio, attraverso il coinvolgimento di tante realtà locali e nazionali che, nel loro quotidiano, intessono azioni e pratiche educative volte alla promozione della lettura. Tanti, infatti, i partner del festival: Alleanza educativa “Crescere al sud”, CSV Cosenza, Amica Sofia, AIB- Associazione Nazionale Biblioteche, Biblioteca Civica di Cosenza, Centro ludico-didattico Cucù settete, Cooperativa Cluster e Museo del Fumetto, Associazione Mammachemamme, Festival Caleidoscopio di Mendicino, Museum Children ebook, Scuola dell’infanzia L’isola che non c’era, Tagesmutter – Cooperativa la Terra, Volley Cosenza, Centro Rodari per la Musica, Crescimondo.

 

Appuntamento dunque al ‘Waiting for b-book festival…’, il 21 marzo nella Sala degli Specchi della Provincia con la presentazione della nuova avventura di Eustachio Naumann. Ritorno alla Grande Gravina Bianca con la scrittrice Assunta Morrone e l’illustratrice Jole Savino. E dal 22 mattina alla Città dei Ragazzi per una entusiasmante avventura con il nostro migliore amico…il libro.

Print Friendly