“Che faccio resto nella mia terra o vado via?”: primo concorso giornalistico Lions Club Polistena Brutium

lunedì 20 marzo 2017
13:18
strilllogo

La Piana di Gioia Tauro non è solo un’entità geografica ma la nostra terra, quella in cui siamo nati ed in cui viviamo, anche se le condizioni economiche e sociali inducono, a volte, alla rassegnazione che nulla può cambiare.
Molti giovani pensano che la soluzione migliore sia quella di emigrare, nel nord dell’Italia o addirittura all’estero, a causa dell’incertezza economica e dei contesti sociali e culturali che isolano e non aggregano e che ne ostacolano il progresso. Altri, invece, ritengono che è ancora possibile pensare di rimanere o ritornare dopo aver completato gli studi, per contribuire a migliorare la nostra economia e la condizione sociale e culturale di questo lembo di terra.
Il progetto mira a comprendere ed esaminare le reali aspettative dei nostri giovani: se hanno ancora speranza nel futuro e quali potrebbero essere le idee e gli strumenti per lo sviluppo della nostra terra o se, invece, per loro la Calabria, ed in particolare la piana di Gioia Tauro, si trovano in uno stato di irreversibile abbandono, anche da parte delle istituzioni.

REGOLAMENTO E MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

Art. 1 – Il premio giornalistico “Lions Club Polistena Brutium” è riservato ai giovani studenti degli ultimi due anni delle scuole medie superiori della Piana di Gioia Tauro.
Art. 2 – La Costituzione prevede che “Stato, Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà” (art. 118 c. 4 della Costituzione italiana). Vi è, quindi, spazio per un più incisivo intervento delle associazioni che possono non solo supportare l’attività delle amministrazioni locali ma rendersi essi stessi promotori di idee e progetti in tutti i settori dove l’intervento pubblico per carenza di mezzi finanziari, di esperienza o di competenza non può intervenire. Ecco allora che le associazioni possono contribuire a delineare l’interesse generale e rendersi protagonisti esse stesse dell’azione pubblica, sfruttando le energie, le esperienze, le competenze e le professionalità del territorio. Possono, in assoluta autonomia, individuare le attività di interesse generale delle comunità ove essi operano, sulla scorta del principio di sussidiarietà. L’obiettivo è realizzare e rendere concreto il cd. principio di “Cittadinanza Attiva Umanitaria” che consiste nell’effettiva partecipazione dei cittadini e delle formazioni sociali alle politiche di governo della cosa pubblica, nella consapevolezza che solo con una proficua collaborazione fra cittadini e pubblica amministrazione si perviene ad una organizzazione solidale della comunità.
Art. 3 – La partecipazione al concorso è gratuita. Non possono partecipare e saranno, eventualmente, esclusi i familiari dei membri della commissione.
Art. 4 – Il concorso consiste nella realizzazione di un articolo giornalistico sul tema: “Che faccio resto nella mia terra o vado via?”.
Art 5 – Gli articoli dovranno essere consegnati improrogabilmente ai dirigenti dei vari istituti, o a docenti da loro delegati, che dovranno attestare la ricezione con indicazione della data e dell’ora, entro mercoledì 12 aprile 2017, ore 12:00. Gli elaborati saranno oggetto di valutazione da parte di una commissione qualificata, composta da giornalisti, psicologi, sociologi, membri delle istituzioni ed insegnanti che dovranno valutare gli articoli avendo particolare attenzione a quelli che porranno in risalto i problemi socio-economici del nostro territorio e le proposte di sviluppo o le ragioni per le quali il nostro territorio si trovi in una crisi economica e culturale irreversibile. La graduatoria sarà stilata, ad insindacabile giudizio della commissione, che decreterà a maggioranza i migliori elaborati in termini di correttezza, chiarezza, capacità espositiva, sensibilizzazione sui temi proposti, riflessioni, originalità dei contenuti e delle proposte, sui valori comunicativi, la capacità divulgativa e lo stile dell’esposizione.
Art. 6 – E’ auspicabile che il dirigente dell’istituto nomini preliminarmente un insegnante, possibilmente di materie letterarie o economiche, che dovrà stimolare la riflessione dei ragazzi sul tema e curere e indirizzare gli alunni alla redazione degli articoli giornalistici.
Art. 7 – Gli articoli dovranno pervenire, entro il termine di cui all’art. 5, in copia scritta e firmata oltre che in copia digitale in formato Word.
Art. 8 – Ciascun articolo dovrà essere consegnato in busta chiusa sulla quale dovrà essere riportata la seguente dicitura: “partecipazione a concorso giornalistico indetto dal Lions Club Polistena Brutium”. Nella busta, oltre all’articolo, dovranno essere inseriti l’autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del D.L. 196/2003 per gli adempimenti connessi al premio nonché apposita dichiarazione sottoscritta attestante: nome, cognome, data di nascita, luogo di residenza, recapiti telefonici, email, codice fiscale.
Art. 9 Il concorrente con la sua partecipazione autorizza l’organizzazione del premio a riprodurre e diffondere in il testo dell’articolo candidato in pubblicazioni, materiale informativo, siti internet ed in qualunque altra modalità, salva ovviamente la citazione degli autori degli articoli utilizzati. Le opere inviate al concorso non saranno restituite.
Art. 10 – Ogni autore è personalmente responsabile dei contenuti delle opere inviate. La partecipazione al Premio implica la completa accettazione del presente regolamento e solleva l’organizzazione da ogni responsabilità civile e penale nei confronti di terzi. Le candidature che non rispetteranno le norme del concorso, saranno soggette ad esclusione ad insindacabile giudizio della commissione giudicante.
Art. 11 – Sono previsti i seguenti premi, tutti offerti dalla BCC di Cittanova: primo classificato € 250,00 (duecentocinquanta/00), secondo classificato € 150,00 (centocinquanta/00) e terzo classificato € 100,00 (cento/00).
Art. 12 – La premiazione dei vincitori avverrà in occasione di un service in cui personalità della cultura, della politica e delle istituzioni discuteranno sul tema oggetto del concorso.
Art. 13 – Gli articoli saranno inseriti in un testo, che sarà pubblicato grazie al patrocinio del comune di Galatro, e sarà consegnato alle massime autorità Statali, Regionali e Metropolitane.

Print Friendly