Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Specie aliene: sabato 15 giugno bioblitz nel Parco dell’Aspromonte

Specie aliene: sabato 15 giugno bioblitz nel Parco dell’Aspromonte

Un bioblitz nel Parco Nazionale dell’Aspromonte, una esperienza che vedrà i partecipanti protagonisti attivi di una ricerca sul campo di specie aliene che minacciano la biodiversità dell’area protetta.

 

Bioblitz, ovvero blitz per la biodiversità, cioè un’incursione a difesa degli habitat naturali dall’invasione delle specie aliene, animali e vegetali, che negli ultimi anni stanno aumentando in modo esponenziale la loro presenza in Europa, arrecando danni enormi agli ecosistemi e all’economia. Le specie aliene sono quelle specie animali o vegetali introdotte dall’uomo in modo volontario o accidentale al di fuori della loro area d’origine, che in ambienti privi dei loro antagonisti naturali possono diventare invasive. Nell’ultimo trentennio sono salite a tremila quelle presenti in Italia, di cui circa il 15% sono invasive, un fenomeno percepito come marginale solo per mancanza di una puntuale conoscenza. Eppure, la stima dei costi sociali ed economici di questo fenomeno supera i 12 miliardi di Euro ogni anno nella sola Unione Europea.

L’attività di sensibilizzazione sulla ricerca e sul controllo delle specie alloctone nei Parchi rientra nella campagna di Citizen Science prevista dal progetto europeo Life ASAP dedicato alla divulgazione della tematica degli alieni. I bioblitz sono attività organizzate nell’ambito del progetto da Federparchi in collaborazione con i Parchi interessati e con il supporto tecnico dell’Istituto Pangea.

 

“Le specie aliene invasive costituiscono una delle principali minacce alla biodiversità – ha dichiarato Giampiero Sammuri, presidente di Federparchi  per poterle affrontare con efficacia ci sono due approcci, laddove il danno è molto recente e ci sono pochi esemplari si può provare a rimuoverle dai luoghi dove sono state importate; quando questo è impossibile occorre cercare di controllarle in modo da renderle poco impattanti sul resto della biodiversità.  Per fare ciò occorre che vi sia il massimo di consapevolezza nell’opinione pubblica ed è questo l’obiettivo dei bioblitz che si svolgeranno sino al mese di settembre”.

 

Il bioblitz nel Parco Nazionale dell’Aspromonte si svolgerà nell’ambito dell’evento “Luci Sul Parco”, organizzato per sabato 15 giugno dall’Ente Parco in occasione del suo 25esimo anniversario, con attività ricreative, culturali, sportive, escursionistiche e scientifiche.

 

“È importante che anche nel Parco dell’Aspromonte si possa svolgere il bioblitz – ha dichiarato Domenico Creazzo Vice Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte – affinché si possano sensibilizzare gli appassionati e i fruitori della montagna sulla necessità di conservare gli habitat naturali e tutelarli da possibili minacce come le specie aliene”.

 

Durante il bioblitz, i partecipanti vivranno un’esperienza diretta di monitoraggio, studio e attività pratica sul campo, accompagnati dagli esperti dell’Istituto Pangea e dagli operatori di Legambiente (partner del progetto Life ASAP).

 

“Far conoscere il territorio per poterlo tutelare meglio è una scelta precisa che da anni le aree protette portano avanti in tutto il mondo” – afferma il Direttore dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte Sergio Tralongo – “E’ noto che la comparsa di specie esotiche, vegetali o animali che siano, è quasi sempre dovuta a comportamenti superficiali da parte dell’uomo. Il nostro obiettivo è fare in modo che questi episodi non si ripetano più in futuro, e ciò avverrà se tutti avranno cura della biodiversità e si riuscirà a mantenere gli ecosistemi naturali in buone condizioni di salute. Si tratta, d’altra parte, di un percorso obbligato per assicurare la vita stessa del Pianeta”.

 

“Partecipare a iniziative concrete come i bioblitz nei parchi significa toccare con mano e conoscere direttamente, attraverso un’attività piacevole e interessante, la bellezza e la fragilità del nostro paesaggio protetto, del nostro patrimonio di biodiversità – ha sottolineato il responsabile Aree Protette di Legambiente Antonio Nicoletti -. Ognuno di noi può essere protagonista della battaglia a favore dell’ambiente e della natura e queste giornate possono contribuire a formare una consapevolezza diffusa dell’importanza del nostro agire quotidiano. Partecipare ai bioblitz significa assumere l’impegno a partecipare alla più grande azione di citizen science mai realizzata in Italia!”

 

Le segnalazioni delle specie aliene si possono effettuare anche con AsapP, l’App gratuita e disponibile sia per dispositivi IOS che Android. Le segnalazioni, validate dagli esperti, verranno inserite in database nazionali ed internazionali che forniranno informazioni preziose agli istituti scientifici interessati.

Leggi qui!

Reggio Calabria – Inflazione a +0,4% su base annua

Nel mese di Maggio l’Indice dei Prezzi al Consumo per l’intera collettività nazionale (NIC) della …