• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Reggio Calabria – Sabato appuntamento al Cartella

    Reggio Calabria – Sabato appuntamento al Cartella

    Sabato 25 maggio alle ore 18.30 al CSOA “Angelina Cartella”, Andrea Staid, antropologo all’Università di Genova, storico e archivista, indaga lo sfruttamento, le disuguaglianze sociali e le diverse forme di ghettizzazione, interrogandosi sugli strumenti antropologici necessari per contrastare il razzismo istituzionale e culturale.

     

    Il libro presentato “Abitare illegale”, è un pretesto per intraprendere un percorso di analisi collettiva su tematiche quali il vivere ai margini, l’abitare da emarginato, l’esser altro rispetto ad una tendenza socio culturale. Quali pratiche si danno in risposta ad esigenze non conformi alla norma sociale? Eco villaggi e comuni, slum urbani e baraccopoli, autocostruzioni e tendopoli diventano schemi a sé che sfuggono alla categoria dell’abitare inteso in senso “urbano”: abitare come possesso di uno spazio, uso esclusivo, comodità, tecnologia e regolamenti scritti. La ricerca proposta da Staid vuole decostruire le certezze sull’abitare del cosiddetto primo mondo; decostruzione che avviene in questi “laboratori spontanei” dove maturano, consapevolmente o meno, nuovi modelli di relazione.

     

    Andrea Staid è docente di Antropologia culturale e visuale presso la Naba, ricercatore presso Universidad de Granada, dirige per Meltemi la collana Biblioteca /Antropologia.
    Ha scritto: I dannati della metropoli, Gli arditi del popolo, Abitare illegale, Le nostre braccia, Senza Confini, Contro la gerarchia e il dominio.

    I suoi libri sono tradotti in Grecia, Germania, Spagna e adottati in varie facoltà universitarie. Collabora con diverse testate giornalistiche tra le quali: Il Tascabile, Left, A rivista, La Ricerca.