• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / La Calabria celebra i 60 anni del Premio Nobel Salvatore Quasimodo

    La Calabria celebra i 60 anni del Premio Nobel Salvatore Quasimodo

    Castrovillari celebrerà i 60 anni del Premio Nobel per la letteratura Salvatore Quasimodo con la presenza di Pierfranco Bruni che illustrerà il percorso letterario e mitico simbolico di una personalità che ha caratterizzato tutto il Novecento.

    Infatti Pierfranco Bruni parlerà del suo ultimo libro dal titolo Lombra di Platone. Salvatore Quasimodo, una geografia mitica, edito dalla Casa editrice Il Coscile.
    Pierfranco Bruni, da attento e speculare studioso del Novecento culturale mediterraneo, ha posto in evidenza la profonda grecità che si avverte nei testi di Quasimodo. Esplorando il suo lavoro, ha messo in evidenza l’importanza delle traduzioni che Quasimodo ha lasciato: dalla grecità alla latinità.
    Il libro di Bruni è stato definito una vera “chicca sia per l’originalità della interpretazione in modo filosofica (ecco la figura di Platone) sia perché presenta ben 10 fotografie in b/n inedite di Salvatore Quasimodo, concesse, per la pubblicazione, dal figlio Alessandro. Il testo è stato curato nei minimi dettagli dalla scrittrice Stefania Romito.
    L’evento si svolgerà Venerdì 10 maggio alle ore 18.00 nel Salone del Circolo Cittadino di Castrovillari. Interverranno il sindaco di Castrovillari Domenico Lo Polito, l’assessore alla Istruzione e Cultura della Regione Calabria Maria Francesca Corigliano, il presidente del Circolo Cittadino Antonino Ballarati, l’editore Mimmo Sancineto. I lavori saranno introdotti e coordinati dal bibliotecario Accademia Pollineana Gianluigi Trombetti. Converserà con Pierfranco Bruni F. Minella Bloise, presidente dell’accademia Pollineana.
    Si tratta di una importante manifestazione organizzata dal Festival Ricorrente dei Lettori (The Readers) con il Patrocinio della Municipalità di Castrovillari, della Provincia di Cosenza, della Regione Calabria e dal Ministero Beni e attività culturale Maggio dei Libri. Vedrà coinvolto anche il mondo della scuola e diversi centri associazionistici.
    È tra gli incontri unici dedicati a Quasimodo nel corso delle celebrazioni quasimodiane proprio per l’apporto originale che Pierfranco Bruni ha posto nel suo lavoro. Questa di Castrovillari si tratta dell’anteprima ufficiale nazionale della presentazione della ricerca, e sono state già fissati altri appuntamenti anche in Paesi esteri.