• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Conto alla rovescia per il Green Goat Fest al Frantoio delle Idee di Cinquefrondi

    Conto alla rovescia per il Green Goat Fest al Frantoio delle Idee di Cinquefrondi

    Conto alla rovescia per il Green Goat Fest, appuntamento stoner che nel reggino non si organizza da lustri e promette di farsi ricordare. Creatura nata dalla collaborazione fra la Green Goat Society, la Cheap Trills e il Frantoio delle Idee, il festival promette di far contenti gli appassionati e conquistare chi non lo è ancora. Sabato 1 giugno, dalle 22.00 saliranno sul palco del Frantoio delle Idee i reggini Carcaño, i milanesi Giöbia e i livornesi Mr. Bison.

    Tre band provenienti da tre punti diversi della penisola, tre modi di interpretare lo stoner, un unico obiettivo: buttare giù il palco del Frantoio.
    Giovani per formazione (no, di età no), i Carcaño “sono l’esempio di cosa può succedere se si esagera con l’alcol. Il progetto iniziale era quello di avviare un’attività casearia, ma si ritrovano con gli strumenti in mano a fare bordello”. Parola loro, ma l’Ep omonimo che hanno tirato fuori un anno fa dice che è bene che lascino stare i formaggi e continuino a suonare, perché hanno parecchio da dire.

    Dei milanesi Giöbia si è detto che sono “splendidi come il racconto di uno sciamano extraterrestre”. Sui palchi dal ’94, tornano in Calabria a dieci anni dall’ultimo concerto. In mezzo, tour e successi internazionali che li hanno resi una garanzia della psichedelia italiana. Per Heavy Psych Sounds Records, hanno da poco ripubblicato il loro ultimo album ‘Magnifier’, e sono al lavoro per il nuovo album in uscita quest’anno.

    Chiudono la serata i Mr. Bison, trio atipico – due chitarre e batteria –in grado di creare un muro di suono che non fa sentire per nulla la mancanza del basso. Propongono uno stoner rock “diretto e senza fronzoli”, dice di loro la critica, e dal 2009 ad oggi lo hanno portato in giro ininterrottamente per Italia ed Europa, e persino oltreoceano, con un tour statunitense di 10 date sulla East Coast. Il loro ultimo lavoro è ‘Holy Oak’, edito per Subsound Records.