Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Ospedale Castrovillari, il sindaco Lo Polito scrive al prefetto di Cosenza:

Ospedale Castrovillari, il sindaco Lo Polito scrive al prefetto di Cosenza:

Il sindaco di Castrovillari, Domenico Lo Polito, questa mattina ha inviato una lettera al Prefetto di Cosenza, affinché convochi “un Tavolo urgentissimo dove parlare di Pediatria e chiedere, nell’immediato, anche l’attivazione dei posti di terapia intensiva e lungo degenza previsti per complessivi 30 posti nell’atto aziendale all’ospedale di Castrovillari nonché l’apertura del reparto di Ortopedia, consegnato ufficialmente dal novembre 2018 e fermo senza ragione, con i pazienti che vengono dirottati per gli altri ospedali della provincia di Cosenza e non solo.”
Nella missiva, indirizzata anche al Presidente della Giunta Regionale, al Commissario ad Acta del Dipartimento Tutela della Salute-Politiche Sanitarie ed al Commissario dell’ASP di Cosenza, il primo cittadino affermando ” le legittime esigenze di un’area vasta che ha diritto alla “salute” la quale – stigmatizza con forza- si perde dentro inefficienze amministrative, scontri politici, disinteresse e, a tratti, assoluto menefreghismo”, richiama che “..per tempo era stato segnalato che presso l’ospedale Spoke di Castrovillari la mancanza di medici e personale sanitario, nel reparto di Pediatria, poteva portare alla chiusura dello stesso”.”Nella giornata del 18 aprile- poi osserva- è arrivato il provvedimento di sospensione dei ricoveri in questo importante reparto”.

“Nemmeno i più piccoli siamo in grado di tutelare.” Ed ancora :” È la rappresentazione plastica del fallimento di un sistema. Al reparto di Pediatria è legato – precisa nello scritto inoltre – anche quello di Ginecologia. Si poteva evitare questa mortificazione se soltanto il rappresentante dell’ASP di Cosenza – fa presente – avesse sottoscritto una convenzione con l’Azienda ospedaliera di Cosenza, per l’utilizzo temporaneo di personale del reparto di Neonatologia e tamponare l’emergenza fino ai concorsi. Convenzione che mi dicono- sottolinea- essere pronta da circa un mese. Manca – asserisce – la sottoscrizione. Manca forse la volontà”.
Da qui la richiesta scritta al Prefetto per la convocazione urgente di un Tavolo “.per un diritto, lo si ricorda –rilancia Lo Polito nella missiva- , garantito dalla Costituzione” e, ” troppo spesso- dichiara- dimenticato”.

Leggi qui!

Reggio Calabria – Appuntamento promosso dall’Accademia del Tempo Libero

“Un  viaggio nel Ricordo e nella Memoria dalla Seconda Guerra Mondiale alla Resistenza (1939-45), per …