• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Cosenza – Russo (RèF): “Occupato il Senato Accademico”

    Cosenza – Russo (RèF): “Occupato il Senato Accademico”

    Nella giornata odierna, durante la seduta del Senato Accademico dell’Università della Calabria, la discussione è stata oggetto di un’interruzione dovuta all’irruzione da parte di un gruppo di esponenti di Rinnovamento è Futuro.

    I manifestanti hanno bloccato i lavori durante la presentazione dell’interrogazione avanzata dal Senatore Nicola Caruso, riguardante il reiterato mancato inserimento di alcuni punti all’Ordine del Giorno ad opera del Magnifico Rettore Gino Crisci.
    Le ragioni della protesta, a detta degli Studenti, risiedono nella volontà da parte del Rettore di non discutere e approvare proposte migliorative della condizione degli Studenti nell’ambito della didattica.
    La prima proposta riguarda la calendarizzazione degli appelli, per cui RèF, dopo aver sensibilizzato il corpo docente riguardo l’obbligo di fissare tutti gli appelli entro il 31 Ottobre, proponeva che a tutela di questa norma venisse introdotto l’obbligo in capo a Direttore di Dipartimento e manager didattico di fissare le stesse date d’ufficio in caso di inadempimento da parte del docente.
    L’altra, che fa seguito a quanto già ottenuto da Decio Stancati (rappresentante RèF nel Dipartimento di Farmacia e Scienze della Salute e della Nutrizione), riguarda l’apertura degli appelli straordinari agli Studenti disabili.
    Dopo le numerose richieste di discussione rivelatesi vane, gli esponenti di RèF hanno ingaggiato un duro braccio di ferro in Senato Accademico con il Rettore.
    Gli Studenti hanno occupato per lungo tempo il Senato Accademico finché il Rettore non ha garantito che entro martedì entrambi i provvedimenti risulteranno operativi tramite Decreto Rettoriale.
    Ad esporre le rimostranze degli Studenti è stato Mario Russo, candidato al Senato Accademico con Rinnovamento è Futuro.
    “Questa Università deve ricordare che al centro delle nostre attenzioni devono esserci Studenti e Didattica – ha dichiarato Russo – e, troppe volte, con l’arroganza di chi utilizza il potere impropriamente, hanno provato ad impedirci di far valere le nostre ragioni”.
    “Quello che questa Governance non ha messo in conto – continua Russo – è che noi siamo duri a morire e, anche nei giorni di festività, noi siamo e saremo sempre sulle barricate per difendere la componente studentesca”.
    “Siamo stanchi di dover subire un atteggiamento ostruzionistico da parte delle Istituzioni che dovrebbero operare in nome e per conto di noi Studenti – è il duro attacco lanciato dal candidato al Senato Accademico – e per questo abbiamo l’obbligo di portare avanti l’impegno profuso da chi ci ha rappresentati finora”.
    Insieme a Russo ha presenziato alla manifestazione anche Vincenzo Fallico, candidato al Senato Accademico sempre nella lista Rinnovamento è Futuro.
    “Per consentirci di continuare il lavoro intrapreso – si legge nell’appello finale – è fondamentale che il 14 e il 15 Maggio gli Studenti continuino a barrare il simbolo RèF su tutte le schede, scegliendo i nostri candidati ad ogni organo e scrivendo Russo al Senato Accademico”.