Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Reggio Calabria – Sp 60, U.Di.Con.: “Troppi disagi, bisogna porre rimedio”

Reggio Calabria – Sp 60, U.Di.Con.: “Troppi disagi, bisogna porre rimedio”

“Sono passati oltre tre mesi nei quali nessun tipo di intervento è stato adottato lungo un breve tratto della Strada Provinciale che da Laureana di Borrello porta a Rosarno e che causa tantissimi disagi ai numerosi automobilisti che giornalmente percorrono quel tratto di strada”.

A scrivere al Prefetto di Reggio Calabria ed al Sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria per segnalarle lo stato di pericolosità in cui versa la SP 60, nel tratto Laureana di Borrello – Rosarno, (esattamente dopo il “Quadrivio Ciuciola”, a poche decine di metri dal bivio Feroleto-Rosarno) sita in agro di Laureana di Borrello e di competenza della Città Metropolitana di Reggio Calabria, sarà il Presidente Nazionale dell’U.Di.Con Denis Nesci. “Una strada che viene utilizzata quotidianamente da centinaia di cittadini che in quei luoghi hanno terreni o devono necessariamente percorrerla per raggiungere il proprio posto di lavoro. Un tombino intasato da terriccio ostruisce il regolare deflusso delle acque e fuoriesce invadendo la sede stradale che, fino ad oggi, ha provocato il cedimento di parte della carreggiata ed ha creato una serie di voragini e la pericolosa degradazione di quasi tutta la sede stradale che di fatto la rende quasi impercorribile con normali automobili. Ritengo che si debba intervenire al più presto perché l’erosione potrebbe farla collassare creando danni irreparabili ad ignari automobilisti e per questo La prego di voler sollecitare la Città Metropolitana che ci legge in copia – continua Denis Nesci – è inutile dire che la maggior parte delle strade provinciali non sono più manutenute da nessuno e ogni giorno che passa la situazione si fa sempre più critica. Numerose sconnessioni, avvallamenti, buche, acque meteoriche lungo la carreggiata, sassi e fanghiglia dopo ogni pioggia per il mancato rispetto dell’obbligo di regimazione delle acque meteoriche. Sono queste le criticità e i pericoli che devono affrontare ogni giorno gli automobilisti che percorrono in entrambe le direzioni la strada provinciale 60 – insiste Nesci – circolare su strade sicure e sgombre da qualsiasi pericolo è un diritto di ogni cittadino, e questo non accade per chi transita per la maggior parte delle strade provinciali della piana di Gioia Tauro, in modo particolare la provinciale in questione. Da qualche mese il tratto Laureana-Rosarno giace in una situazione disastrosa. La strada provinciale 60 è oramai ridotta ad una mulattiera, la presenza di detriti e di grosse buche, la rendono, specialmente di sera, quasi impercorribile ai cittadini che hanno il diritto di spostarsi in condizioni di assoluta affidabilità e sicurezza”. Conclude Denis Nesci ricordando che “Oltre a costituire un grave pericolo per l’incolumità dei cittadini, le buche potrebbero creare un danno anche a livello economico alle casse dell’Ente per eventuali azioni legali intraprese dagli automobilisti che subiscono danni alle proprie vetture. L’ U.Di.Con. si aspetta un intervento significativo e risolutivo finalizzato a porre fine a questa pericolosa problematica.”

Leggi qui!

Corigliano Rossano – Gino Promenzio lancia il “Municipio della Creatività”

Oltre la fantasia, oltre la più fervida immaginazione, v’è un luogo che, contrariamente a quello …