Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Parte il corso di alta formazione in management sanitario: 22 lezioni fino a marzo

Parte il corso di alta formazione in management sanitario: 22 lezioni fino a marzo

Parte oggi, il primo Corso di Alta formazione per la dirigenza sanitaria promosso dall’Ordine dei Medici di Reggio Calabria e dall’Università Mediterranea. Il corso si articolerà in ventidue lezioni, calendarizzate sino alla fine di marzo, che avranno luogo in parte presso l’Auditorium dell’Ordine dei Medici, ed, in parte, presso i locali dell’Università reggino, ubicati in Via Tommaso Campanella.
«Con grande compattezza – ha spiegato il Presidente dell’Ordine, Pasquale Veneziano, durante la conferenza stampa di presentazione del corso – il Consiglio Direttivo, in questi ultimi anni, ha portato a compimento diversi obiettivi importanti: una media di venti corsi di formazione ecm ogni anno, il corso di Biomedicina, da noi ideato, che oggi è diventato un modello in fase di sperimentazione a livello nazionale, con possibili ulteriori evoluzioni per regolare l’accesso alla facoltà di medicina. Poi abbiamo avviato un proficuo confronto con l’Asp e il Grande Ospedale Metropolitano per realizzare dei percorsi diagnostico-terapeutici cioè delle linee guida comportamentali per la gestione del paziente. Il fiore all’occhiello, però, è questo Corso di Alta Formazione in Management Sanitario, realizzato in sinergia con l’Università Mediterranea, che permetterà, in particolare ai medici della nostra città e della nostra provincia, di evitare faticose ed onerose trasferte, in altre province italiane, per poter prendere parte a corsi di eguale valore giuridico di quello che stiamo per avviare».
«Colgo, quindi, l’occasione – ha concluso Veneziano – per ringraziare il Prof. Francesco Manganaro per avere dato il via a questo progetto, ed il prof. Massimiliano Ferrara, che con grande impegno, in tempi celeri, è riuscito a portare a termine questo percorso».
«Siamo fermamente convinti della scelta di realizzare un Corso di Alta formazione, in luogo di un master, in quanto più confacente a chi ha già maturato un’esperienza professionale lavorativa ed intende cimentarsi in un ruolo di carattere manageriale in ambito sanitario – ha spiegato, poi, Massimiliano Ferrara, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria – Il corso prevede 115 ore di lezione e 5 ore legate alla valutazione delle competenze maturate dai partecipanti. Verranno trasferite competenze manageriali, giuridiche, sociologico-etiche e nella gestione della complessità in quanto la gestione del processo decisionale, in ambito sanitario, non può essere lasciata all’intuito o al caso. Il project management è uno strumento che potrà dare importanti risultati al mondo della sanità. I nostri professionisti non hanno nulla da invidiare al resto dell’Italia per quanto riguarda competenze professionali e capacità scientifiche e basta osservare le classifiche che fa il Ministero. Il Dipartimento di Economia e Scienze Umane è un dipartimento d’eccellenza, con un riconoscimento conseguito sulla base della nostra attività di ricerca e didattica. Basti pensare che il 98,2% dei laureati del nostro corso di laurea, ad una settimana dal conseguimento della laurea, ha trovato lavoro. La mia idea è quella di portare avanti progetti formativi e culturali che abbiano una ricaduta sul territorio e questo corso di alta formazione rientra a pieno titolo in questo mio modo di vedere».
Massimiliano Ferrara ha, poi, annunciato che l’ultima lezione del Corso di Alta formazione per la dirigenza sanitaria coinciderà con l’avvio del corso per conseguire il titolo di project manager che costituisce titolo aggiuntivo valutabile su scala nazionale con certificazione rilasciata dall’Istituto Superiore di Project management italiano.
“Ad oggi sono solo tre le Università che ospitano il corso di project management – ha aggiunto Ferrara – ovvero la Bocconi di Milano, la Luiss di Roma e la Mediterranea di Reggio Calabria.
Come ha spiegato il Direttore del dipartimento universitario reggino, il corpo docente è composto da figure di altissimo profilo e la formazione non si fermerà al corso ma verranno organizzati dei seminari sul tema del management sanitario anche a seguire.
“L’idea del corso – ha spiegato Domenico Pistone, consigliere dell’Ordine dei Medici e referente del progetto – è nata poiché i colleghi erano costretti a dispendiose trasferte per potersi formare in questo ambito e conseguire il titolo; nello stesso tempo, vi era l’idea di fondo di far crescere il nostro territorio anche attraverso sinergie come questa che si è creata fra l’Ordine dei Medici e l’Università di Reggio Calabria. Inoltre il corso ha registrato un notevole successo con quasi un centinaio di richieste di partecipazione a fronte di trenta posti disponibili”.Per il presidente degli odontoiatri reggini, Filippo Frattima “la collaborazione fra Ordine dei Medici e Università rappresenta una preziosa opportunità per i nostri iscritti ma anche per tutta la comunità reggina per le importanti ricadute positive”.

Il Vicepresidente dell’Ordine dei Medici, Giuseppe Zampogna ha sottolineato l’importanza del link creatosi fra le due istituzioni auspicando nuove opportunità formative che coinvolgano i giovani iscritti e siano aperte anche ad altre categorie mediche.
E visto il successo del corso con un numero molto elevato di richieste di partecipazione, Ordine dei Medici ed Università Mediterranea sono già al lavoro per organizzare la seconda edizione, probabilmente, già per il mese di aprile 2019.

Leggi qui!

Reggio Calabria – Appuntamento promosso dall’Accademia del Tempo Libero

“Un  viaggio nel Ricordo e nella Memoria dalla Seconda Guerra Mondiale alla Resistenza (1939-45), per …