Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Rende – grande affluenza per il convegno dell’U.Di.Con sulla lotta alle dipendenze

Rende – grande affluenza per il convegno dell’U.Di.Con sulla lotta alle dipendenze

Il 6 dicembre, presso il Museo del Presente di Rende, nella sala Tokyo, si è tenuto il convegno “Prevenzione on the Road – lotta alle dipendenze”, nell’ambito del progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ai sensi della legge 383\2008, al quale hanno preso parte attiva gli studenti degli istituti scolastici Liceo Scipione Valentini di Castrolibero e Pitagora di Rende.

Nel corso dell’incontro, organizzato dalla sede zonale U.Di.Con. di Cosenza, con la presenza dei dirigenti regionali U.Di.Con. Peppino Ruberto e Ferruccio Colamaria, sono state affrontate le tematiche relative alla lotta alle dipendenze ed in particolare alla Ludopatia con l’importante contributo della dott.ssa Erminia Mannarino, neuropsichiatra infantile psicoterapeuta Asp di Cosenza, che ha relazionato in riferimento agli “Adolescenti: dal divertimento alla ludopatia” e della dr.ssa Manuela Donato, psicologa psicoterapeuta presso il centro di solidarietà “Il Delfino” che ha relazionato in riferimento alla “ Ludopatia e dipendenza nell’era digitale”.
Gli interventi delle esperte, moderati magistralmente dal dirigente U.Di.Con. Eugenio Gallo, hanno destato grande interesse negli studenti presenti che con tale iniziativa hanno avuto la possibilità di riflettere ed approfondire la problematica del gioco d’azzardo e delle patologie connesse. Nell’ambito della manifestazione, inoltre, è stato possibile ascoltare la testimonianza diretta di un utente del centro di solidarietà “Il Delfino”, affetto dalla dipendenza del gioco, che ha spiegato in prima persona ai ragazzi presenti la sua esperienza patologica che, grazie al supporto del centro di recupero e dei terapeuti, è in via di risoluzione.
Gli studenti presenti, oltre a ciò, si sono resi protagonisti attivi del convegno realizzando due videoclip, trasmessi in sala, che hanno svelato un sincero interesse dei giovani ad affrontare coscientemente la piaga della dipendenza da gioco anche in considerazione degli inquietanti dati forniti dall’Amministrazione dei monopoli di Stato, in relazione allo smodato utilizzo delle slot machine nella Provincia di Cosenza ed in particolare nel Comune di Rende, per come sottolineato nel suo intervento dal responsabile zonale U.Di.Con. Cosenza Giandomenico Carino. Durante il corso del dibattito, considerata la giovane età dell’uditorio, non sono mancati i momenti di riflessione più diretti e meno tradizionali come la proiezione di video di esperti incentrati sulle possibilità assai remote di vincere con il gioco d’azzardo e del monologo dell’attore e autore cosentino Silvio Stellato, che ha paragonato istrionicamente i giocatori d’azzardo ai personaggi di Samuel Beckett in “Aspettando Godot”.
I lavori sono stati chiusi, infine, dalla relazione del Presidente regionale U.Di.Con. Peppino Ruberto, che ha messo in risalto incisivamente il ruolo svolto dall’associazione dei consumatori a difesa dei cittadini, in rapporto al gioco d’azzardo, ricordando che l’U.Di.Con. a tal fine negli ultimi mesi ha raccolto decine di miglia di firme per opporsi all’istallazione dei bancomat nei tabaccai al fine di evitare, per chi soffre della patologia della dipendenza da gioco, l’accesso diretto ai suoi risparmi proprio in luogo in cui legalmente lo Stato ha autorizzato qualsivoglia tipo di gioco. Il convegno, che ha ospitato numerosi partecipanti, probabilmente verrà replicato su richiesta delle Istituzioni locali nell’area urbana di Cosenza a riprova dell’attualità e importanza delle tematiche affrontate.

Leggi qui!

Cosenza, il 24 gennaio al BoCs Museum la presentazione del libro di Dario De Luca

Giovedì 24 gennaio alle 18.00 verrà presentato al BoCs Museum di Cosenza – nel complesso …