Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Cosenza – Orsomarso: “La sanità non può essere trattata con superficialità”

Cosenza – Orsomarso: “La sanità non può essere trattata con superficialità”

“La Sanità in Calabria non può essere trattata con superficialità ed in poche ore”.

Lo afferma il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Fausto Orsomarso per il quale: “Fatta salva la premessa che la riforma pensata da Oliverio è condivisibile, quello che non abbiamo potuto accettare è stato il tentativo di “blitz” operato dal Presidente il quale ha cercato di collegare al Bilancio, una riforma importante e delicata come quella della sanità, da discutere ed approvare prima in Commissione. La sinistra italiana è, purtroppo, abituata a queste operazioni frettolose, senza la condivisione e la discussione delle parti sociali che, da 4 anni, stranamente tacciono nella nostra regione. E’ stato così con la riforma del Titolo V della Costituzione; così fu con la riforma delle Asp calabresi fatta in una notte ed ancor oggi inattuata e così si è tentato di fare ora. Condividiamo l’ipotesi di una gestione unitaria della rete ospedaliera regionale ma non si può non evitare il passaggio dalla Commissione regionale competente così come non si può evitare una profonda ed attenta riflessione, uno studio puntuale della situazione attuale e dei risultati, positivi e negativi, ottenuti dal commissariamento e la partecipazione attiva dei medici e di tutti gli addetti ai lavori”. Orsomarso ricorda altri punti della sanità calabrese:”La rete ospedaliera va rivista anche alla luce dei cambiamenti vissuti dalla Calabria come, ad esempio, la fusione tra Corigliano e Rossano, terza città della Calabria, che impone di pensare ad un nuovo Hub in quel territorio, a cui accorpare la gestione degli ospedali della fascia jonica e di Castrovillari e di cui chiederemo, come Fratelli d’Italia, la nuova istituzione nella rete ospedaliera della Provincia di Cosenza. I dati sulla migrazione impongono una gestione semplificata per sbloccare liste di attesa ed attrarre nuove professionalità in grado di contribuire ad elevare ancora di più l’offerta sanitaria regionale. In definitiva siamo pronti a discutere della sanità ma vogliamo farlo in maniera pacata, seria e costruttiva, evitando blitz e sortite che non portano a nulla di importante”.

Leggi qui!

Paola, il programma religioso del V centenario della Canonizzazione di San Francesco

Un programma religioso con appuntamenti di preghiere e di riflessione nel cammino della fede e …