Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Cosenza – CASO LONGOBUCCO, HA TUTTE LE CARTE IN REGOLA

Cosenza – CASO LONGOBUCCO, HA TUTTE LE CARTE IN REGOLA

Se è vero, come ha rilevato una recente indagine di COLDIRETTI, che il souvenir alimentare delle vacanze ha definitivamente preso campo con 7 turisti su 10 (71%) nel Belpaese che, questa estate, hanno deciso di acquistare prodotti locali a chilometri zero direttamente dai produttori e ottimizzare il rapporto prezzo/qualità. Se diventano sempre più apprezzate le mete alternative, quelle della cosiddetta Italia minore, dai parchi alla campagna, dalla montagna fino al piccoli borghi che fanno da traino al turismo enogastronomico, con ben il 92% delle produzioni tipiche nazionali che nasce nei comuni con meno di 5000 abitanti.

Se, ancora, il cibo è ormai diventato insieme alla cultura il vero valore aggiunto della vacanza Made in Italy con 110 milioni di presenze motivate dalla tavola, il 43% delle quali dovute agli italiani ed il 57% agli stranieri. E se, infine, a questa domanda l’Italia risponde con il primato dell’agricoltura più green d’Europa, con 293 specialità DOP/IGP riconosciute a livello comunitario e 415 vini DOC/DOCG, la leadership nel biologico con oltre 60mila aziende agricole biologiche e quasi 23 mila agrituristiche (oltre 13 milioni nel 2017), allora non è più tollerabile che nei piccoli comuni dell’entroterra calabrese, custodi di scrigni enogastronomici e di patrimoni identitari distintivi ed inimitabili, con pessimismo si continui ad invocare ed aspettare la manna dal cielo di chissà quali interventi pubblici per inventarsi chissà cosa. Visto che c’è già tutto. Bisogna soltanto prenderne atto e muoversi.
È quanto ha ribadito il Fiduciario di Slow Food POLLINO SIBARITIDE ARBERIA Lenin MONTESANTO intervistato da Giuseppe GRECO nel corso della seconda parte della lunga puntata di FATTI FOOD andata in onda su TEN sabato scorso. Il programma realizzato da Giovanni Stefano RODIA per la GG Eventi ed in collaborazione con la Condotta territoriale Slow Food, dedicato a cibo e territorio ha fatto tappa nel cuore della Sila Greca, a LONGOBUCCO: il paese che ha dato i natali al precursore della chirurgia moderna (Bruno da Longobucco), terra delle antiche miniere d’argento utilizzate fino al XIX secolo, dei catoi (cantine o potighe) disseminati in tutto il perimetro del centro storico e del tradizionale sacchiettu (di suino nero), eccellenza dell’identità gastronomica locale.
LONGOBUCCO – ha chiosato MONTESANTO a tavola – è uno dei quei centri dell’entroterra di questa regione al quale non manca assolutamente nulla per esplodere ed affermarsi subito come una delle più attrattive ed emozionanti destinazioni di turismo enogastronomico, culturale e del paesaggio. In questa precisa direzione, indicata da tutti gli indici e da tutte le ricerche sui turismi, dovrebbero muovere tanto le politiche pubbliche locali quanto le strategie imprenditoriali territoriali.
L’ospitalità di PIETRO, GIOVANNI e SERAFINO che invitano a brindare con uno sciannacheddo di vino, a putiga di BRUNO, la cordialità della signora GINA, la maestria ai fornelli di Eufemia CRIBARI, chef a domicilio che propone le ricette degli spaghetti con baccalà, olive, capperi e pomodoro e del baccalà in foglia di limone, ed il piatto della memoria e della tradizione dei CARRICIEDDI, la pitta salata. – Sono, questi, alcuni dei personaggi, delle eccellenze e dei sapori raccontati nella zoomata di FATTI FOOD su LONGOBUCCO.
Da TREBISACCE, nell’alto jonio, ai piedi della SILA. Continua la rassegna itinerante di FATTI FOOD alla scoperta, insieme a SLOW FOOD, del patrimonio identitario e culturale, delle tradizioni e dei prodotti locali d’eccellenza con l’obiettivo di promuovere il terroir e lo sviluppo sostenibile attraverso il cibo buono, pulito e giusto per tutti. – Domani, SABATO 15, sempre su TEN (canale 10 del digitale terrestre) andrà in onda alle ore 13,30 e in replica alle ore 23 la nuova puntata registrata questa volta a Mirto CROSIA ospiti del Ristorante BELLINI.

Leggi qui!

Messina – Rischio sismico in Italia, analisi e prospettive

Nell’ambito delle attività organizzate dall’Amministrazione comunale per l’iniziativa “1908 – 2018: A 110 anni dal …