Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Riace (RC) – Il punto del coordinamento comunale Lega sull’arresto Lucano

Riace (RC) – Il punto del coordinamento comunale Lega sull’arresto Lucano

Il Coordinamento comunale della Lega di Riace a nome di Claudio Falchi esprime il suo disappunto in merito a come la società civile e la sinistra stanno disperatamente cercando di santificare Lucano dopo che è finalmente finito sotto indagine a causa della sua gestione allegra e spregiudicata in qualità di sindaco.
Vivendo in uno stato di diritto siamo garantisti e aspettiamo fiduciosi nella conclusione di questa vicenda giudiziaria.
Esprimiamo la nostra solidarietà al Procuratore della Repubblica di Locri così pure alla meticolosa e dettagliata indagine conclusa dalla Guardia di Finanza. Ma il discorso è un altro. Colpevole o innocente a noi cittadini seri non è che ce ne importi più di tanto. Molesta invece che il mito Lucano e il suo modello, scusate “ sistema “, oggi viene santificato e cercando una difesa impossibile lo si qualifica come una persona che forse ha sbagliato ma il tutto camuffato come un reato umanitario e in buona fede. E no!!!!! Sei un sindaco , rappresenti le istituzioni, non vivi a San Marino. La Costituzione Italiana va rispettata. Il fine umanitario non può essere giustificato perché potrebbe innescare una catena pericolosa di disobbedienza alle leggi. Con grande felicità di Saviano e la Boldrini. Con grande fiducia e speranza la Riace operosa e piena di voglia di riscatto aspetta le prossime elezioni comunali per mettere la parola fine al non governo di Lucano, visto che è da 15 anni che l’amministrazione comunale vede e gestisce esclusivamente clandestini e accoglienza mascherando il businnes che c’è dietro. Sono altre le priorità e i gravi problemi che affliggono Riace. A cominciare dal dissesto economico di 4.000.000 di euro che è stato dichiarato da poco.

Leggi qui!

Addio ad Ignazio Parrino, instancabile promotore della cultura del dono

In tanti ricordano di aver iniziato con lui il cammino dentro la famiglia Avis, di …