Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Reggio Calabria – teniamo in forza i precari della polizia municipale

Reggio Calabria – teniamo in forza i precari della polizia municipale

“A fine mese 18 attuali dipendenti della Polizia Municipale reggina vedranno la conclusione del loro periodo trimestrale di lavoro.
Sono stati assunti con regolare selezione e si tratta di operatori ampiamente professionalizzati che hanno già prestato servizio nel Comune di Reggio Calabria, in altri centri della Provincia ed anche in altre città italiane” – scrive il Sul.

“Nel brevissimo periodo in cui hanno prestato servizio (dal 1 agosto) sono stati d’aiuto ad un corpo che ha drammatiche carenze d’organico, come tutto il Comune d’altronde, in tutte le mansioni previste e, soprattutto, nel lavoro esterno, quello tante volte reclamato dai cittadini. Nel tempo loro concesso hanno prodotto un consistente introito dovuto ad oltre 3.000 verbali da loro redatti e disposto l’intervento del carro attrezzi in un centinaio di occasioni.
Insomma, si tratta di persone professionalizzate ed utili che possono contribuire a rendere migliore la viabilità ed il servizio ai cittadini, troppo spesso carente per l’assenza di un adeguato numero di addetti.
Per questi motivi chiediamo all’amministrazione di voler prolungare la loro permanenza negli organici fini a fine anno e, nel frattempo, di verificare se ci siano le condizioni per la loro stabilizzazione, come nel caso dei 104 LSU/LPU che stanno per divenire a tutti gli effetti dipendenti comunali.
In questa fase l’Amministrazione Comunale reggina, oltre alla stabilizzazione dei 104, sta lodevolmente incrementando di altre 36 unità la forza lavoro dell’Ente. Sappiamo bene che siamo lontani dall’organico ottimale ed anche che bisogna affrontare passaggi burocratici ed autorizzazioni rese indispensabili dalle norme ereditate dalle precedenti gestioni. E siamo disposti a fornire, nei limiti delle nostre prerogative, ogni possibile aiuto e conforto per giungere all’obiettivo di creare nuova e buona e utile occupazione che garantisca standard più alti di servizi al cittadino.
Ma intanto chiediamo che non siano estromessi questi 18 operatori. Il bando e le delibere connesse lo consentono, le necessità sono oggettive e le ricadute positive evidenti sia direttamente (per le contravvenzioni elevate), sia indirettamente per la migliore gestione del traffico urbano e della efficienza del trasporto pubblico con le possibili buone conseguenze sull’ATAM”.

Leggi qui!

Lilt for Women Campagna Nastro Rosa 2018 – Presente sezione Lilt di Reggio Calabria

Anche quest’anno, per tutto il mese di ottobre, la Lega Italiana per la lotta contro …