Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Crotone – Campagna di Prevenzione dell’ambliopia nei bambini da 2 a 6 anni

Crotone – Campagna di Prevenzione dell’ambliopia nei bambini da 2 a 6 anni

Giovedì 25 ottobre alle ore 9.30, il LIONS CLUB CROTONE HOST nell’ambito della sua azione di servizio verso il territorio e la nostra comunità ha promosso presso l’Istituto Comprensivo “Don Milani” di Crotone la Campagna di Prevenzione dell’ambliopia nei bambini da 2 a 6 anni, previo autorizzazione dei loro genitori.

Accompagnati dal Presidente del Club di Crotone On. Giancarlo Sitra e dai Soci, i Medici Lions Dr. Leopoldo De Martino e Carmine Luciano Vulcano, effettueranno a Scuola la visita oculistica dei bambini (2/6 anni) per prevenire deficit visivi ed in particolare l’ambliopia (meglio nota come occhio pigro), curabile solo se diagnosticata entro il sesto anno del bambino.

Il Service denominato Sight for Kids è un programma di servizio che si inserisce a pieno titolo nello straordinario impegno messo in campo dai Lions Clubs di tutto il mondo nella lotta alla cecità.
Sight for Kids si prefigge due obiettivi:
1. Sensibilizzare e informare genitori e insegnanti sulle problematiche da deficit dell’acutezza visiva (ambliopia) nei bambini in età pediatrica. Riconoscerne tempestivamente la presenza e mettere in campo le giuste cure diventano azioni decisive per la salute visiva del bambino;
2. Contribuire alla tempestiva identificazione di deficit visivi nei bambini al fine di favorirne le cure, con l’intento di raggiungere in breve tempo quanti più bambini possibile.
L’ambliopia è una patologia degli occhi che interessa i bambini nei primi anni di vita e consiste nella ridotta capacità visiva di uno – o entrambi – gli occhi, che diventa non più correggibile con gli occhiali, se non scoperta in tempo. L’ambliopia può causare danni permanenti alla vista. Tale patologia, essendo indolore, non presenta sintomi evidenti e solo una diagnosi tempestiva, cioè nei 2/6 anni di vita può risultare efficace.
La campagna di prevenzione dell’ambliopia organizzata e gestita dai Lions italiani prevede di sottoporre a uno specifico screening circa 100.000 bambini in tutta Italia. Come è noto a molti, la vista si sviluppa a partire dalla nascita e si completa attorno ai 6 anni. Il Progetto Lions mira a individuare il rischio di ambliopia in tempo per poter prendere provvedimenti di prevenzione e riabilitazione. Accade che un occhio, pur sano, non viene usato perché il cervello preferisce collegarsi con l’altro. La causa è lo sviluppo anomalo delle connessioni nervose tra occhio e cervello, dovuto a una non adeguata e sufficiente stimolazione. Può così capitare che un bambino apparentemente normale, che non mostra difficoltà a vedere alla lavagna o a fare i compiti, sia in realtà quasi “cieco” da un occhio.
L’ambliopia è insidiosa, non sempre facile da scoprire ed è relativamente diffusa. In una classe di trenta bambini mediamente uno ne è affetto.
È importante sapere che l’ambliopia è un mancato sviluppo della vista, spesso dovuto a difetti non corretti. E’ diffusa e si può prevenire controllando i neonati a partire dai 10 mesi. Si può curare, cioè riabilitare, intervenendo nei primi anni di vita. E’ risolvibile nella maggioranza dei casi, ma a condizione che la diagnosi sia la più precoce possibile e che il trattamento sia continuato fino a 6 – 7 anni d’età. Nei primi mesi di vita si passa da una visione indifferenziata a una visione centrale (detta anche nitida o differenziata) che è quella che ci consente di vedere i famosi “10/10 di vista”. Gli “ambliopi” invece, che non sviluppano la vista differenziata, mantengono anche al centro una visione indifferenziata (come nella visione periferica) e potranno avere da adulti anche solo 1/10 di vista.
E’ una campagna la nostra – dichiara l’On. Sitra – socialmente molto utile in quanto permette agli insegnanti e ai genitori che devono dare il consenso di sensibilizzarsi nei confronti dei problemi visivi dell’infanzia, questione non da poco per i bambini nati in famiglie bisognose e con basso tasso di scolarizzazione e per i bambini stranieri, che nei progetti di prevenzione di educazione alla salute possono trovare a scuola un’altra modalità di integrazione.

Leggi qui!

Catanzaro aderisce a giornata contro persecuzioni ai cristiani

“Il Comune aderisce alla giornata contro le persecuzioni dei cristiani e il 20 novembre illuminerà …